QR code per la pagina originale

Windows 10, menu Start e Cortana

Microsoft ha mostrato le novità incluse nella nuova build di Windows 10. Particolare risalto è stato dato a Cortana e al menu Start.

,

Microsoft aveva già mostrato le principali modifiche introdotte in Windows 10 durante l’evento di fine settembre. Oggi, l’azienda di Redmond ha mostrato le nuove funzionalità per l’utenza consumer e i numerosi miglioramenti apportati con il contribuito di coloro che partecipano al programma Windows Insider. Joe Belfiore ha descritto il menu Start, il centro notifiche, le Impostazioni PC, Continuum e ovviamente Cortana. Presenti anche nuove gesture che permettono di interagire con l’interfaccia e le app installate su diversi dispositivi.

Le novità sono molte, ma saranno rilasciate gradualmente ai tester nel corso dei prossimi mesi. Rispetto alle precedenti build, il menu Start ha ottenuto qualche modifica estetica e nuove animazioni. Nella parte superiore destra, accanto al pulsante di spegnimento, è presente il pulsante che permette di portare il menu a pieno schermo. L’utente può comunque ridimensionarlo a piacimento. Il centro notifiche è stato trasformato in un Action Center. Oltre ai messaggi delle applicazioni sono presente, nella parte inferiore, i pulsanti per l’attivazione/disattivazione di WiFi, Bluetooth, GPS, modalità aereo, per cambiare la luminosità dello schermo e per bloccare la rotazione. Alcune opzioni sono chiaramente pensate per i tablet.

Il Pannello di controllo e le Impostazioni PC sono stati finalmente unificati in un’unica interfaccia. Tutte le impostazioni sono ora mostrate in modo più chiaro. Un’altra interessante funzionalità è Continuum, principalmente sviluppata per i dispositivi 2-in-1. Quando l’utente stacca lo schermo, Windows 10 mostra un pup-up che consente di attivare la modalità tablet. Ricollegando la tastiera si ritorna in modalità laptop.

La nuova build 9924 di Windows 10 include la novità più attesa. Nella parte sinistra della taskbar è visibile un campo per la ricerca. Qui “abita” Cortana. L’assistente personale arriva quindi anche sul desktop per aiutare l’utente nelle operazioni giornaliere, ma anche per scambiare due chiacchiere. Durante l’evento, infatti, Joe Belfiore ha parlato con Cortana, chiedendo varie informazioni. Le risposte sono state date con una voce naturale e meno robotica rispetto a Siri e Google Now. Cortana può essere usata per dettare un’email, aprire una presentazione PowerPoint, cercare documenti sul computer e online, avviare la riproduzione di un brano musicale.

Cortana rappresenta quindi un nuovo modo per interagire con PC, tablet e smartphone. Per vederla in azione bisognerà però attendere qualche mese.