QR code per la pagina originale

Windows 10, DirectX 12 anche per le attuali GPU

Windows 10 integrerà le DirectX 12. La massima compatibilità si avrà con le nuove schede video, ma anche le attuali GPU potranno sfruttare le funzionalità.

,

Windows 10 non offrirà app e funzionalità comuni tra più dispositivi, ma anche un’esperienza di gioco multi-piattaforma, grazie all’app Xbox e alla potenza delle DirectX 12. Le nuove librerie sviluppate da Microsoft permetteranno agli sviluppatori di spremere al massimo le attuali GPU, senza aumentare i consumi. Durante l’evento del 21 gennaio, Phil Spencer ha promesso giochi con una complessità e qualità visiva mai vista prima. E per sfruttare queste novità non sarà necessario acquistare una nuova scheda video.

Le DirectX 12 sono state progettate per trarre vantaggio dalle architetture multi-core delle GPU. Spencer ha dichiarato che le nuove librerie grafiche offrono prestazioni fino al 50% superiori alle DirectX 11 con consumi dimezzati. Questa è la principale caratteristica che consentirà agli utenti di giocare anche su notebook, tablet e smartphone, senza avere problemi di autonomia. Microsoft ha chiarito che la massima compatibilità si avrà solo con le nuove schede grafiche che supportano nativamente le API DirectX 12, ma anche le attuali GPU offriranno un’esperienza di gioco soddisfacente.

Nvidia ha confermato su Twitter che le GPU basate sulle architetture Fermi, Kepler e Maxwell funzionano con le DirectX 12. Nessuna notizia, invece, da AMD. L’azienda di Redmond ha tuttavia specificato che la compatibilità verrà garantita anche per le GPU Graphics Core Next di AMD e le GPU HD Graphics integrate nei processori Intel Core di quarta e quinta generazione.

Maggiori informazioni verranno rilasciate nel corso della Game Developers Conference di inizio marzo. Per quanto riguarda i game engine, il supporto per le DirectX 12 è già stato incluso in Unity, al quale si aggiungerà presto Unreal di Epic.