QR code per la pagina originale

Apple Watch e MacBook Air: marzo data ormai certa

Per Apple Watch e il nuovo MacBook Air sembra ormai assodato un lancio per il mese di marzo: a sottolinearlo è Ming-Chi Kuo di KGI Securities.

,

Apple Watch e MacBook Air da 12 pollici: l’arrivo a marzo si fa sempre più probabile. È quanto sostiene Ming-Chi Kuo di KGI Securities, analista solitamente affidabile sul conto dell’azienda californiana, il quale avanza anche delle previsioni sulle vendite del Q1 2015. I due dispositivi potrebbero essere lanciati in contemporanea o, tuttalpiù, a pochi giorni di distanza.

Non è di certo una sorpresa: del possibile arrivo nel mese di marzo di Apple Watch e del nuovo MacBook Air se ne parla ormai da diverse settimane. La conferma da parte di Kuo, considerata anche la sua autorevolezza nell’universo delle previsioni targate mela morsicata, non fa altro che trasformare le indiscrezioni degli ultimi tempi in una vaga certezza.

Stando all’analista, poco prima dell’arrivo nei negozi è probabile che Apple riveli nuove informazioni sullo smartwatch, come la durata della batteria e le modalità di pre-ordine. Per quanto riguarda il laptop ultraleggero da 12 pollici, forse privo di ventole, Kuo si allinea ai rumor dell’ultimo mese: dato il supposto aumento della produzione presso Quanta Computer, le tempistiche primaverili sarebbero consistenti. Come già noto, il dispositivo monterà un processore Intel Broadwell Core M, quindi vedrà l’installazione di un display Retina e di una tastiera praticamente edge-to-edge. Apparentemente confermata anche la porta USB di tipo C, dalle ridotte dimensioni e reversibile, di cui servirà un adattatore per utilizzare le periferiche USB canoniche.

Non è ancora dato sapere se l’azienda di Cupertino organizzerà un evento specifico, non tanto per l’orologio intelligente, quanto per presentare in pompa magna il nuovo laptop. In tal caso, non bisognerà attendersi inviti e indiscrezioni prima della settimana antecedente al lancio.

Sul fronte delle previsioni, nel Q1 Apple potrebbe davvero raggiungere delle cifre record. Kuo punta su 61 milioni di iPhone piazzati, mentre la linea iPad si attesterà sui 10 milioni di unità. Non ancora svelato, invece, il possibile ammontare della famiglia dei Mac, comprensiva sia dei desktop che dei laptop.