QR code per la pagina originale

iPhone 6: Apple batte tutti i concorrenti in Cina

Apple conquista con iPhone 6 la prima posizione dei venditori più gettonati in Cina: è quanto sarebbe emerso da un'analisi della società Canalys.

,

L’Asia potrebbe ben presto diventare il continente di punta per le strategie di Cupertino. Non solo sembra che Apple oggi venda più smartphone in Cina di quanti ne riesca a piazzare nella madrepatria, ma pare che addirittura abbia conquistato la prima posizione tra i venditori. È la prima volta che accade e, senza troppe sorprese, il merito sarebbe dei nuovi iPhone 6 e iPhone 6 Plus.

A rivelarlo è la società di ricerche Canalys: nell’ultimo quarto del 2014, quello che coincide con il Q1 2015 per Apple, la società avrebbe battuto con iPhone 6 qualsiasi concorrente sul mercato, piazzandosi alla prima posizione dei top vendor. Un risultano non da poco, considerato come quello cinese sia un mercato certamente singolare: spopolano infatti i produttori autoctoni, normalmente preferiti dai consumatori per i prezzi più concorrenziali. Così spiega la società d’analisi:

L’incredibile popolarità di iPhone 6 e iPhone 6 Plus in Cina, nel Q4 2014, ha condotto Apple alla prima posizione nel mercato degli smartphone. Questo è un risultato meraviglioso, considerato come il prezzo di vendita medio dei telefoni Apple sia quasi il doppio rispetto a quelli dei più vicini competitor. Mentre i produttori cinesi di smartphone stanno velocemente guadagnando terreno a livello internazionale, Apple ha ribaltato la partita nel loro mercato domestico. La compagnia sta finalmente cavalcando i trend degli schermi più grandi e dell’LTE in Cina, vitali per il suo successo, insieme a un lancio ben programmato che ha fermato l’export sommerso dei propri prodotti da Hong Kong.

Sempre secondo Canalys, a inseguire la mela morsicata vi sarebbe Xiaomi, uno dei marchi che sta suscitando più interesse a livello internazionale, anche per un design che si inserisce nell’estetica ormai classica della mela morsicata. Seguono quindi Samsung e Huawei, due brand che non hanno bisogno di troppe presentazioni considerato come siano ampiamente gettonati anche in Italia.

Per scoprire nel dettagli i risultati fiscali del Q1, tuttavia, bisognerà attendere la tarda sera: fra qualche ora Apple inaugurerà la sua consueta conference.