QR code per la pagina originale

Dubsmash sbanca l’App Store

Dubsmash è l'app del momento: su App Store ha superato big quali WhatsApp o Faebook a colpi di simpatici video da registrare e condividere.

,

«Seleziona la tua lingua e paese per avere suoni personalizzati»: inizia con questa frase l’avventura in Dubsmash, l’applicazione che ha stregato milioni di utenti in tutto il mondo e che anche in Italia ha maturato un fortissimo exploit tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015.

Cosa è Dubsmash

Dubsmash è una applicazione che consente di effettuare un piccolo e simpatico montaggio tra un file audio e un file video: mentre il primo può essere selezionato da una lista preordinata e composta sulla base della nazione prescelta, il secondo va registrato dagli utenti direttamente dal proprio smartphone. Un vero e proprio doppiaggio al contrario, ove partendo da una traccia audio è necessario sovrapporvi una traccia video auto-prodotta.

La sincronia tra i due file genera la magia dell’applicazione: la voce di un personaggio famoso, magari mentre recita una battuta nota, portata sulla bocca dell’utente e quindi condivisa agli amici. I file sono estremamente brevi ed hanno un’unica finalità: generare l’effetto simpatia che moltiplica i “mi piace” e le condivisioni, plauso collettivo dell’era dei social media e portavoce primo del successo dell’app.

Dubsmash, per iOS e Android

Dubsmash è una applicazione gratuita per iOS e Android e può essere pertanto scaricata tanto da App Store quanto da Google Play.

Dubsmash ha un primato invidiabile: a fine gennaio 2015 è in assoluto l’app gratuita per iPhone più scaricata in Italia su App Store, surclassando big del calibro di WhatsApp, Facebook, Messenger, YouTube, Instagram e Shazam. Per la Mobile Motion GmbH si tratta pertanto di un successo senza pari, volano a quelle che saranno con ogni probabilità le future evoluzioni dell’applicazione o di creazioni similari.

Al momento della pubblicazione l’ultima versione disponibile è la 1.2.2 del 23 gennaio 2015, disponibile nativamente in lingua italiana (pur se con evidenti problemi di traduzione sull’interfaccia, la cui comprensione non è tuttavia compromessa). L’installazione richiede un download di circa 15MB e la disponibilità di iOS 7.0 (o superiore) o Android 4.1 (o versioni successive).

Al momento Dubsmash non è ancora disponibile su Windows Store e non è pertanto utilizzabile su device Windows Phone.

Dubsmash: come funziona

Il funzionamento è oltremodo semplice:

  • Si sceglie un suono: l’app consente di cercarli attraverso un apposito modulo, oppure di scorrerli in un menu che elenca “tutti i suoni”, “suoni recenti” e infine “i miei suoni”. Tra questi ultimi compaiono tanto quelli flaggati come preferiti, quanto quelli caricati di propria spontanea volontà sulla piattaforma mettendoli a disposizione della community
  • Si registra il video: una volta scelto l’audio è necessario ascoltarlo più volte per provare la recitazione successiva. Una volta avviato il procedimento è sufficiente mimare la frase selezionata facendo in modo di trovare la miglior sincronia tra file audio e immagine. Al termine della registrazione è possibile rivedere il tutto e, se il risultato non fosse giudicato all’altezza, riavviare la registrazione.
  • Si condivide il “dub”: una volta completato il procedimento, lo si conclude con la condivisione del filmato: le opzioni offerte sono WhatsApp, iMessage e Facebook Messenger. In alternativa è possibile anche salvare il file nel rullino fotografico del proprio device.

La registrazione

Sebbene creare e condividere i propri “dub” sia cosa estremamente sempliec, è possibile ottenere una esperienza migliore dell’app attivando un account dedicato e potendosi così avvalere dei benefici offerti dalla registrazione. Tra questi si segnalano in particolare la possibilità di caricare file propri (porzioni di film, canzoni, la voce dei propri amici e altro ancora) e la disponibilità di effetti da applicare al filmato per renderlo migliore prima della condivisione.

Notizie su: