QR code per la pagina originale

Microsoft compra l’app calendario Sunrise

Microsoft ha acquisito per 100 milioni di dollari la nota app calendario Sunrise per utilizzare la sua tecnologia nei futuri prodotti ed in Windows 10.

,

Microsoft ha acquisito la nota applicazione calendario “Sunrise“, molto apprezzata dagli utenti iOS ed Android. Un’acquisizione che, secondo TechCrunch, sarebbe costata alla casa di Redmond almeno 100 milioni di dollari. La startup Sunrise offre oggi agli utenti una suite di prodotti dedicata alla gestione dei calendari ed è disponibile non solo come applicazione per piattaforme mobile ma anche come programma per computer desktop Mac e come Web app per un accesso universale da Web.

Gli utenti che oggi utilizzano l’applicazione calendario di Sunrise possono sincronizzare ed importare i loro appuntamenti dagli account dei calendari di Google, di iCloud e di Exchange. Proprio il supporto multipiattaforma dell’applicazione ha permesso di ottenere un grande consenso e successo tra gli utenti. L’acquisizione di Sunrise è molto importante dal punto di vista delle future strategie della casa di Redmond, soprattutto nell’ottica di Windows 10.

Un segnale che Microsoft sta investendo in nuove tecnologie che potranno essere introdotte in tutti i nuovi prodotti con un occhio di riguardo alle soluzioni mobile e touch friendly su cui la casa di Redmond intende puntare molto. Nella medesima direzione va, per esempio, il prossimo lancio della variante touch di Office la cui versione preview è stata distribuita a tutti i possessori della Technical Preview di Windows 10 nella giornata di ieri.

A seguito dell’acquisizione, i prodotti e le applicazioni di Sunrise non saranno dismessi. Dunque, per tutti gli utenti che utilizzano la famosa app calendario, almeno per il momento, nulla cambierà. Una scelta già fatta in passato da Microsoft a seguito dell’acquisizione di Acompli che la casa di Redmond acquisì per 200 milioni di dollari ma i cui prodotti non furono mai dismessi. La tecnologia di Acompli è stata poi utilizzata per realizzare le recenti applicazioni Microsoft Outlook per iOS ed Android.

Fonte: Tech Crunch • Immagine: iMore • Notizie su: , , ,