QR code per la pagina originale

Google Maps compie 10 anni

Dieci candeline per Google Maps: il debutto del servizio in versione desktop risale al febbraio 2005 e, per l'occasione, bigG ne ripercorre la storia.

,

Il servizio di mappatura del territorio più utilizzato al mondo compie 10 anni. Google Maps ha infatti debuttato online nell’ormai lontano 2005, più precisamente l’8 febbraio. È stato uno dei primi servizi a dimostrare come l’interesse del gruppo di Mountain View andasse ben oltre i confini dell’ambito prettamente Web e delle ricerche in Internet. Oggi la piattaforma è utilizzata ogni giorno da milioni di persone in tutto il pianeta, per le finalità più differenti.

Gli utenti si affidano quotidianamente a Google Maps con l’obiettivo di ottenere indicazioni sul percorso da seguire per giungere a destinazione, grazie alle avanzate funzionalità di navigazione stradale, oppure per un tour virtuale nei luoghi di tutto il mondo attraverso le immagini panoramiche a 360 gradi caricate nel database di Street View. Tutto questo senza dimenticare le potenzialità della piattaforma estese a siti Web e applicazioni mobile, grazie alle API offerte da bigG che permettono di includere le mappe nei progetti di terza parti. Di seguito le date più importanti che ripercorrono un decennio di vita del servizio, tra debutti sui dispositivi mobile e acquisizioni milionarie.

  • 8 febbraio 2005: Google Maps debutta in versione desktop;
  • aprile 2005: esordio sui telefoni negli Stati Uniti;
  • maggio 2015: lancio ufficiale e presentazione di un servizio per la mappatura con immagini satellitari che permettono agli utenti di cimentarsi in un viaggio virtuale intorno al mondo;
  • maggio 2007: debutta Street View;
  • giugno 2008: lancio di Google Map Maker, servizio che permette a chiunque di aggiornare i database di Google Maps e Google Earth;
  • ottobre 2009: esordio della navigazione stradale su dispositivi mobile;
  • settembre 2010: Street View è disponibile in sette continenti;
  • settembre 2011: Google acquisisce Zagat per aiutare gli utenti a scoprire i punti d’interesse;
  • giugno 2012: debutta il Trekker, un nuovo strumento per catturare le immagini panoramiche di Street View nei luoghi inaccessibili dalle automobili;
  • dicembre 2012: la versione mobile di Google Maps debutta su iOS;
  • giugno 2013: Google acquisisce Waze per aiutare gli utenti ad evitare il traffico;
  • novembre 2013: il Trekker naviga tra i canali di Venezia;
  • agosto 2014: Google acquisisce Skybox Imaging.
La storia di Google Maps ripercorsa in un'infografica

La storia di Google Maps ripercorsa in un’infografica

Fonte: Google Maps • Notizie su: