QR code per la pagina originale

Le Smart TV Samsung ascoltano tutto

Le Smart TV Samsung non garantirebbero la privacy dell'utente. La funzione Voice Recognition registra le voci delle persone presenti nella stanza.

,

Come altri prodotti dell’elettronica di consumo, anche le TV diventano ogni giorno più intelligenti. Le Smart TV di Samsung, ad esempio, consentono all’utente di usare comandi vocali per eseguire diverse operazioni, come il cambio dei canali. La funzionalità Voice Recognition evita di premere i pulsanti del telecomando, semplificando l’interazione con la TV, ma registra tutte le conversazioni private che avvengono nella stanza.

Nella policy per la privacy relativa alle Smart TV, Samsung spiega che alcuni comandi possono essere trasmessi (insieme all’identificatore del dispositivo) ad un servizio di terze parti che converte la voce in testo. La TV può catturare comandi vocali e il testo associato per migliorare la funzionalità Voice Recognition. Ma la frase più “inquietante” è la seguente:

Si prega di essere consapevoli del fatto che se le parole pronunciate includono informazioni sensibili o personali, quelle informazioni saranno tra i dati acquisiti e trasmessi a terzi attraverso l’utilizzo del riconoscimento vocale.

Molte aziende richiedono la collaborazione degli utenti per migliorare i servizi offerti e, spesso, ciò significa raccogliere dati personali con il consenso dei consumatori. Nel caso della funzionalità Voice Recognition, Samsung non specifica però chi è la terza parte, né se i dati vengono trasmessi in forma criptata. Il produttore ha chiarito che le Smart TV rispettano gli standard di sicurezza e utilizzano la crittografia per impedire un uso non autorizzato delle informazioni personali.

La Voice Recognition può essere disattivata e l’utente può eventualmente scollegare la TV dalla rete WiFi. Così facendo però si perdono tutte le funzioni smart. Samsung assicura comunque che i dati vocali non vengono conservati o venduti a terze parti.

Fonte: TechCrunch • Notizie su: ,