QR code per la pagina originale

Google sperimenta la funzionalità YouTube Radio

YouTube Radio potrebbe rappresentare la prossima evoluzione della piattaforma di video sharing in chiave musicale: ecco il primo screenshot della feature.

,

Da piattaforma di streaming video, YouTube si sta progressivamente trasformando in un servizio musicale. Nei mesi scorsi è avvenuto il tanto atteso (e più volte rimandato) lancio ufficiale della funzionalità Music Key e presto potrebbe essere introdotta una nuova modalità di riproduzione chiamata YouTube Radio. Da Google ancora non sono giunte conferme in merito, ma in Rete è comparso un primo screenshot utile per capire di cosa si tratta.

Per fare un paragone, è possibile pensare alla feature come ad una sorta di Pandora (una delle piattaforme di streaming più celebri negli USA) per i video musicali. Avviando la riproduzione di un filmato, l’utente può generare una stazione radio automatica, che mette in sequenza una serie di videoclip basati sui propri gusti personali. Ognuno di questi può essere contrassegnato con un “mi piace” se di gradimento, oppure con un “non mi piace”. Tenendo conto dei voti assegnati alle tracce, il sistema creerà nel tempo playlist sempre più coerenti con i desideri dell’utenza. Questa la breve descrizione della funzionalità, tradotta in italiano, riportata nell’unico screenshot al momento disponibile.

Prova una YouTube Radio. La stazione radio non-stop basata sul video corrente. Puoi mettere “mi piace”, “non mi piace” o saltare i video così da personalizzare la Stazione Radio in base ai tuoi gusti.

Primo screenshot per YouTube Radio

Primo screenshot per YouTube Radio

Non è dato a sapere se la funzionalità sarà in qualche modo legata a Google Play Music, se verrà offerta esclusivamente a coloro che sottoscrivono un account Unlimited e quando avverrà il lancio. Con il Google I/O 2015 in vista (le date ufficiali sono 28 e 29 maggio) è possibile che l’annuncio possa essere effettuato proprio dal palco dell’evento di San Francisco. Una feature di questo tipo potrebbe rappresentare un vero e proprio valore aggiunto per la piattaforma di streaming, soprattutto se si pensa alla possibilità di riprodurre i video senza alcun limite sul televisore attraverso Chromecast.