QR code per la pagina originale

Webank, l’evoluzione del banking mobile

Webank annuncia nuove applicazione per il banking online e il trading online: introdotto anche il prelievo cardless agli sportelli bancomat BPM.

,

Andare in banca senza andare in banca; andare al Bancomat senza avere il Bancomat appresso; effettuare un’operazione in Borsa senza l’intermediazione di una persona in carne ed ossa: è questo, secondo Webank, il futuro del banking in mobilità. La conferma giunge dal rilancio dell’offerta che la Banca Popolare di Milano dispone su app, offrendo ai propri clienti un servizio sempre più completo e semplice con cui gestire il proprio conto corrente. Così facendo la banca non solo genera nuovi canali di dialogo con i clienti, ma mette anche questi ultimi nelle condizioni di disporre del proprio capitale dove, come e quando preferisce. Il che significa averne un maggior controllo, una maggior disponibilità e migliori strumenti per controllarne i flussi.

Abbiamo sviluppato l’offerta multicanale della banca perché il mobile rappresenta il futuro dei servizi bancari. Siamo un motore di novità e marchi di eccellenza nei servizi web e mobile. […] L’obiettivo è quello di permettere ai nostri clienti di portarsi la banca in tasca, con un’esperienza d’uso unica come elemento chiave sul quale investire.

Luca Gasparini, direttore generale di WeBank

Webank, app per il banking online

La prima applicazione lanciata evolve il precedente approccio con il banking online: l’idea è quella di non offrire più la totalità dei servizi (poiché in gran parte semplicemente inutili in mobilità), ma di selezionare l’offerta disponibile e di migliorarne il concept. Associare ad ogni operazione effettuata una fotografia, ad esempio, può consentire una più semplice memorizzazione delle proprie spese, facilitando in modo estremo il monitoraggio del proprio conto corrente anche a distanza di tempo.

Altro servizio di sicura utilità è l’approccio cardless al Bancomat: tramite l’app è sufficiente generare un codice di sicurezza ad hoc per poi andare allo sportello automatico abilitato (circuito BPM) ed effettuare il prelievo desiderato: anche la tipica card viene a perdere la sua utilità, rivoluzionando quello che è un meccanismo ormai potenzialmente vetusto, pur se estremamente diffuso. Prelievo Cardless è una novità assoluta per l’Italia e un valore aggiunto per chi sceglie Webank per le proprie operazioni.

Interessante anche il modo con cui Webank sfrutta la geolocalizzazione per rendere maggiormente coinvolgente il download e l’uso della nuova applicazione: identificando la posizione dell’utente, infatti, l’app è in grado di suggerire sconti ed offerte da sfruttare in modo istantaneo, regalando nuove opportunità mirate durante lo shopping.

Webank, l’app per il trading

T3, l’applicazione evoluta per il trading precedentemente offerta agli utenti utilizzanti dispositivi iOS, è ora disponibile anche per l’utenza utilizzante terminali Android. La platea delle persone interessate si moltiplica, quindi, regalando a nuovi trader la possibilità di effettuare le operazioni desiderate nel momento desiderato, in contatto diretto con la Borsa.

La nuova App, con informativa real-time push, si rivolge sia agli heavy trader che vogliono affiancare agli strumenti professionali già messi a disposizione da Webank uno strumento per fare trading in mobilità, sia all’investitore che utilizza esclusivamente dispositivi mobile.

L’applicazione, spiega Webank, «garantisce performance paragonabili a quelle di una piattaforma professionale in termini di sicurezza, controllo e funzionalità: quotazioni, book, grafici e strumenti di analisi tecnica per monitorare costantemente l’andamento del mercato e fare trading in mobilità».

Il download delle nuove applicazioni (Android, iOS, Trading Android) è disponibile a partire da oggi 13 febbraio.

Notizie su: ,
Commenta e partecipa alle discussioni