QR code per la pagina originale

IFTTT Do, tre nuove app per iOS e Android

IFTTT ha rilasciato le app Do Button, Do Camera e Do Note che semplificano la creazione delle ricette. Basta un tocco per eseguire le azioni più comuni.

,

IFTTT, acronimo di IF This Then That, è un popolare servizio che permette di automatizzare numerose operazioni, attraverso la creazione di semplici istruzioni condizionali, denominate ricette. Per rendere accessibile il servizio ad un numero maggiore di utenti, l’azienda ha annunciato Do, una suite di app (Do Button, Do Camera e Do Note) che semplifica la procedura mediante pochi tocchi sullo schermo del dispositivo mobile.

IFTTT consente di legare tra loro i servizi web e molti gadget elettronici, tra cui il termostato Nest, le lampadine Philips Hue e le stampanti HP. Le nuove app trasformano IFTTT in un telecomando per Internet. Do Button è la più potente, in quanto permette di accedere velocemente alle ricette più utilizzate, utilizzando i pulsanti corrispondenti posizionati sulla home di Android e nella scheda Today di iOS.

Basta un solo tocco per impostare la temperatura del termostato Nest o accendere/spegnere le lampade Hue. Do Button suggerisce le ricette già disponibili, ma l’utente può creare le proprie (massimo tre), usando uno dei 167 canali (o servizi) attivi di IFTTT (Facebook, Twitter, Instagram, Evernote, Dropbox, ecc.).

Do Camera consente invece di creare una fotocamera personalizzata. È possibile, ad esempio, carica le foto in uno specifico album di Facebook oppure inviare le foto di famiglia ai parenti tramite Gmail. Do Note, infine, consente di creare un comando testuale o vocale per impostare un evento in Google Calendar oppure salvare le note in Evernote, senza aprire le app corrispondenti.

Il catalogo di IFTTT contiene oltre 18 milioni di ricette, utilizzate ogni giorno 20 milioni di volte. Grazie alla suite Do, questi numeri potrebbero crescere in poco tempo. L’azienda ha aggiornato anche l’app originaria, cambiando il noma da IFTTT a IF. Tutte le app sono ottimizzate per smartphone e tablet, ma in futuro verranno supportati anche gli smartwatch.

Fonte: IFTTT • Via: The Verge • Notizie su: