QR code per la pagina originale

Google: più sicurezza durante la navigazione

La lotta al codice maligno da parte di Google passa dall'integrazione di nuovi strumenti in Chrome, nelle ricerche online e dal controllo dell'advertising.

,

Con l’obiettivo di garantire il maggior livello di sicurezza e protezione possibile durante la navigazione degli utenti, Google ha introdotto alcune novità nel browser Chrome, nel motore di ricerca e per quanto riguarda le inserzioni pubblicitarie. In particolare, questa volta il gruppo di Mountain View ha focalizzato la propria attenzione sulla lotta al codice maligno (o malware), impedendone l’accidentale installazione durante la visualizzazione dei siti Web.

A partire da oggi Chrome, oltre ad avvisare l’utente quando viene rilevato il download di un software potenzialmente pericoloso, mostra sullo schermo un messaggio come quello visibile nello screenshot allegato di seguito, quando si sta per aprire la pagina di un sito che appunto contiene eseguibili o file ritenuti dannosi. Sta poi a chi naviga tenerne conto oppure proseguire correndo il rischio, con la possibilità di inoltrare un feedback a Google con i dettagli relativi alla minaccia, semplicemente spuntando la voce “Segnala automaticamente a Google dettagli relativi ai possibili rischi di sicurezza”.

Malintenzionati su *nome sito” potrebbero tentare di farti installare programmi dannosi per la tua esperienza di navigazione (ad esempio, cambiando la homepage o mostrando inserzioni pubblicitarie extra sui siti visitati).

Il nuovo avviso mostrato da Chrome quando si naviga su siti ritenuti poco sicuri da Google, in quanto offrono il download di file sospetti

Il nuovo avviso mostrato da Chrome quando si naviga su siti ritenuti poco sicuri da Google, in quanto offrono il download di file sospetti

Le ricerche online, invece, ora integrano un “segnale” che aiuta a identificare i siti a rischio. Questo, nelle intenzioni di bigG, riduce la possibilità di visitarli per sbaglio facendo click sui risultati delle SERP. Infine, il gruppo di Mountain View annuncia di aver iniziato da poco a eliminare dal proprio network le inserzioni pubblicitarie che conducono alle pagine contenenti link per il download di malware. Per chi gestisce i siti Web il consiglio è quello di iscriversi a Google Webmaster Tools, in modo da poter essere prontamente avvisati nel caso in cui fossero rilevate potenziali minacce sulle proprie pagine.