QR code per la pagina originale

Firefox 36, supporto HTTP/2 su desktop e Android

Firefox 36 per Windows, Mac, Linux e Android supporta la versione finale del protocollo HTTP/2. Mozilla ha rinnovato l'interfaccia sui tablet Android.

,

Mozilla ha rilasciato Firefox 36 per Windows, Mac, Linux e Android. La nuova versione del browser introduce un’unica importante novità, ovvero il supporto per il protocollo HTTP/2, recentemente approvato dall’Internet Engineering Steering Group. Su Android è stata inoltre rinnovata l’interfaccia utente per i tablet. Firefox per desktop è già disponibile per il download dal sito ufficiale. L’update per il sistema operativo Google non è ancora presente sullo store.

HTTP/2 promette una maggiore velocità di navigazione, un uso ridotto dalla banda e miglioramenti sul fronte della sicurezza. Mozilla ha comunicato che il 9% di tutte le transazioni effettuate con le varie versioni di Firefox (Nightly, Aurora, Developer, Beta e Release) utilizzano già il nuovo protocollo e che ci sono più connessioni HTTP/2 rispetto a quelle SPDY. Le specifiche finali sono basate sul draft-17. Firefox 36 supporta anche i draft-14 e 15, mentre il draft-16 verrà aggiunto in Firefox 37. Il browser userà il draft-15 per negoziare con Twitter e Google. In futuro verranno eliminati tutti i draft, tranne l’ultimo.

Firefox permette ora di sincronizzare le tile bloccate nelle pagina Nuova scheda e di riprodurre i video HTML5 su YouTube, ma solo se il plugin Flash Player non è installato o è disattivato. Il supporto per le Media Source Extensions (MSE) è parziale, quindi la risoluzione massima è 720p. Per attivare le risoluzioni maggiori deve essere impostato a true il parametro media.mediasource.enabled in about:config.

Gli utenti che usano Firefox su tablet Android vedranno una nuova interfaccia che semplifica l’interazione con le schede e consente di creare, rimuovere e passare da una tab all’altra con un singolo tocco. Anche la toolbar è stata aggiornata, mentre il nuovo pannello full screen mostra tutte le schede aperte.

Fonte: Mozilla • Via: gHacks • Notizie su: ,