QR code per la pagina originale

WhatSim cresce e diventa ChatSim

WhatSim, la prima SIM dedicata a WhatsApp, si evolve e diventa ChatSim ampliando la compatibilità a tutte le app di messaggistica istantanea

,

WhatSim, la prima SIM dedicata esclusivamente ai servizi di WhatsApp, torna a far parlare di se dopo le recenti polemiche sul repentino cambio tariffario, evolvendosi e diventando ChatSIM, una SIM in grado di consentire agli utenti di poter chattare gratis e senza limiti con tutte le app di instant messaging anche in assenza di connettività WiFi. Tra i servizi di instant messaging supportati si menzionano: QQ, WhatsApp, Facebook, Messenger, WeChat, Skype, Viber, LINE, KakaoTalk, Telegram, Snapchat, Twitter, Hangouts, iMessage e tanti altri.

ChatSIM è stata sviluppata, in particolare, per chi viaggia in tutto il mondo. Secondo Manuel Zanella, fondatore e CEO di Zeromobile e soprattutto inventore di ChatSim, l’idea di evolvere WhatSim in un servizio più completo è arrivata direttamente dai clienti stessi che chiedevano di ampliare la compatibilità del servizio a tutte le app di instant messaging. ChatSim costa solo 10 euro e, a fronte di questa spesa iniziale per l’acquisto della SIM, i clienti possono chattare gratis e senza limiti con tutti per un anno, in ogni angolo del pianeta. Nessun problema per quanto riguarda i costi di roaming internazionale. Per ChatSim è stata infatti creata una tariffa flat valida per tutti i Paesi: così, in automatico ed a seconda della propria posizione, il cellulare si collegherà alla rete mobile più conveniente.

ChatSim

ChatSim (immagine: ChatSim).

Tuttavia, l’unica condizione richiesta per avere messaggi illimitati è che l’uso sia fatto in più paesi. Questo significa che ciascuna zona non deve concorrere per più del 60% sul totale del traffico scambiato. Poiché però i messaggi di testo e le emoticon utilizzano pochi KB rispetto ad una foto o ad un video, anche per chi non viaggia da un paese all’altro può tranquillamente utilizzare ChatSim quasi senza limiti. Gli utenti potranno infatti arrivare a spedire fino a 25 mila messaggi di testo ed emoticon, dato che il limite di traffico è fissato a 50 MB.

Inoltre, per offrire la massima copertura del servizio, sono disponibili due SIM: ChatSim e ChatSim Plus. Le due SIM differiscono solamente per il numero di paesi in cui è assicurata la copertura. Con ChatSim è possibile anche effettuare chiamate vocali con le app che lo permettono. L’invio di messaggi multimediali segue lo stesso schema a crediti di WhatSim. Per esempio, con una ricarica di 5 euro gli utenti disporranno di 1000 crediti con i quali in moltissimi paesi potranno inviare indicativamente 100 foto della dimensione di circa 200 kB, o 20 video della durata di circa 10 secondi.

ChatSim è disponibile nello store online sul sito di riferimento e da marzo sarà avviata la distribuzione fisica in molti paesi, a partire dall’Italia. Le consegne, per chi ha ordinato la SIM, inizieranno come promesso il prossimo 26 febbraio.