QR code per la pagina originale

Archos 50 Oxygen Plus, ultra sottile

50 Oxygen Plus è il nuovo smartphone di media gamma che unisce performance equilibrate e un design compatto e leggero.

,

Un evento riservato alla stampa è stata l’occasione per saggiare in anteprima il nuovo smartphone 50 Oxygen Plus, che Archos presenterà ufficialmente al MWC 2015 e che sarà in vendita da marzo.

Il brand francese si sta dimostrando particolarmente attivo nel mondo mobile, popolando la propria lineup con prodotti che puntano a un convincente bilanciamento tra prestazioni, design ergonomico e un prezzo accessibile.

Il 50 Oxygen Plus è forse il prodotto più rappresentativo della linea Archos, essendo in tutto e per tutto un dispositivo di media gamma che brilla soprattutto per compattezza e leggerezza, oltre che per un comparto hardware equilibrato. Al momento manca solo la connettività 4G/LTE, ma arriverà l’aggiornamento del prodotto per la metà dell’anno.

Sottile e leggero

Il primo impatto è convincente: l’estetica è minimale e raffinata, forse un po’ anonima, con un dorso dall’apprezzabile finitura argentata e con profilo metallico.

Archos sorprende con un design estremamente sottile ed ergonomico per un dispositivo con schermo HD da 5” e in questa fascia di prezzo: 50 Oxygen Plus ha uno spessore limitato a soli 7,2 mm, mentre il peso si attesta su 125 grammi. L’impugnatura è comoda, grazie ai bordi gradevolmente arrotondati e alla finitura superficiale piacevole al tatto.

Hardware bilanciato

All’interno c’è un corredo hardware bilanciato per la fascia di prezzo, capace di solide prestazioni in ogni ambito. Archos ha puntato tutto sulla fluidità operativa, soprattutto nel multi tasking in ambiente Android: CPU Mediatek MT6592 / Cortex A7 octa-core a 1,4 GHz, assistita da una GPU Mali 450MP4 e da 1 GB di RAM. Quest’ultima è forse l’unico limite dello smartphone 50 Oxygen Plus, ma è difficile trovare di meglio in un dispositivo dal prezzo di listino di 199 euro. Uno slot per schede di memoria microSD permette di espandere la capacità di memoria di 16 gigabyte.

Archos ha investito sulla qualità dello schermo più che sulla risoluzione pura: un pannello JDI (Japan Display Inc) IPS multi touch da 5” e 1.280×800 pixel, che restituisce immagini equilibrate per definizione, fedeltà cromatica, luminosità e contrasto.

Un altro punto di forza del 50 Oxygen Plus è la coppia di fotocamere: posteriore da 8 Mp con autofocus e flash LED, e frontale da 5 Mp, quest’ultima in grado di scattare selfie di qualità.

Connettività

Come anticipato, lo smartphone Archos 50 Oxygen Plus supporta reti 3G, ma a giugno 2015 sarà introdotta un’evoluzione con capacità 4G/LTE, processore octa core Mediatek MT6752 e OS Android Lollipop.

La connettività è buona, supportando Wi-Fi e Bluetooth di ultima generazione, oltre a integrare un’antenna A-GPS. Non è stato possibile provare l’autonomia, ma Archos ha curato il risparmio energetico oltre a usare uno schermo JDI a basso consumo, così la batteria Li-Ion da 2.000 mAh (non rimovibile) promette di essere sufficiente per un’intera giornata di svago e/o di lavoro.

Un primo e veloce approccio ha rivelato uno smartphone indicato per chi vuole un prodotto di qualità contenendo la spesa: 50 Oxygen Plus, infatti, è molto piacevole da usare, con una buona fluidità e reattività operativa in ambiente Android 4.4 KitKat.