QR code per la pagina originale

MWC 2015: la mobilità smart secondo Ford

Bici elettriche e pieghevoli, una profonda integrazione con i dispositivi mobile e soluzioni accessibili: per Ford il futuro della mobilità è smart.

,

Rivoluzionare la mobilità premendo sul pedale dell’innovazione. Ford ha scelto la cornice del Mobile World Congress 2015 per presentare alcune nuove soluzioni e tecnologie destinate all’ambito automotive, studiate con l’obiettivo di fornire una risposta concreta ed efficace alle questioni poste da problemi come l’incremento demografico o l’inquinamento.

Ford Smart Mobility

L’approccio scelto dall’automaker è multilaterale: migliorare l’esperienza offerta a chi si mette in viaggio, introdurre un modello di mobilità flessibile e rendere l’universo dei trasporti maggiormente connesso, integrato con quello dei dispositivi mobile e delle potenzialità offerte dal Web. Da queste premesse nasce Ford Smart Mobility, progetto di cui si è già parlato a gennaio in occasione dell’evento CES 2015, approfondito in occasione della kermesse di Barcellona.

Galleria di immagini: MWC 2015: Ford Smart Mobility

Biciclette elettrice, Mode:Me e Mode:Pro

La rete stradale e le infrastrutture oggigiorno a disposizione degli automobilisti saranno messe sempre più a dura prova in futuro. Entro i prossimi due decenni le persone che quotidianamente si metteranno al volante saranno quattro miliardi. È dunque necessario evolvere il modo di muoversi, soprattutto all’interno delle grandi città e dei centri abitati. Per questo Ford ha pensato ad un veicolo in grado di raggiungere qualsiasi destinazione in modo veloce, pratico e senza inquinare: la bicicletta.

Pensati per integrarsi al meglio sia con le automobili che con i mezzi pubblici, Mode:Me e Mode:Pro sono i due modelli annunciati dal palco del MWC 2015, realizzati in partnership con esperti del settore delle due ruote. Un esperimento, chiamato Handle on Mobility, che Ford ha messo in campo con l’obiettivo di aiutare soprattutto chi ogni giorno si trova a dover fare i conti con infinite attese per l’ingresso nei centri abitati o nella ricerca di un parcheggio.

Per la progettazione delle e-bike, Ford ha lanciato inizialmente un appello rivolto alla community di designer a livello globale. Mode:Me e Mode:Pro sono il risultato dell’attenta analisi degli oltre 100 prototipi inviati da tutto il mondo. Entrambe equipaggiate con un motore da 200 W e una batteria da 9 Ah per la pedalata assistita, le due bici elettriche possono raggiungere una velocità massima pari a 25 Km/h.

Galleria di immagini: MWC 2015: Ford MoDe:Me e MoDe:Pro

La tecnologia in dotazione è ispirata a quella dell’industria automobilistica, come dimostrano il sensore posteriore che avvisa quando un veicolo si sta avvicinando e l’illuminazione del manubrio per essere ben visibili in ogni occasione. Questo senza dimenticare le manopole che vibrano in prossimità di un bivio sulla base alle indicazioni stradali o la compatibilità con l’applicazione Mode:Link, al momento disponibile solo per iPhone 6).

Le due biciclette sono pieghevoli, così da consentirne un facile trasporto, sia in auto che sui mezzi pubblici. Il modello Mode:Me, realizzato in collaborazione con Dahon, è pensato soprattutto per i pendolari, che più volte al giorno affrontano traffico e code. Mode:Pro, invece (progettato internamente da un team Ford), è destinato ai professionisti e a tutti coloro che necessitano di trasportare in modo pratico la propria strumentazione. Il design è studiato per facilitarne il trasporto, ad esempio nel Transit Connect.

MyFord Mobile

La profonda integrazione tra i dispositivi mobile e le auto elettriche è per Ford di cruciale importanza nel percorso di evoluzione del settore automotive. Nasce così MyFord Mobile, un’interfaccia accessibile sia da Web che da smartphone e tablet (al momento Android e iOS) per l’interazione con le vetture.

Le funzionalità offerte vanno dal monitoraggio della ricarica all’impostazione della temperatura nell’abitacolo, così da garantire il massimo comfort fin dal momento in cui si sale a bordo. Non mancano poi statistiche dettagliate in merito al risparmio energetico, alla quantità di CO2 non emessa grazie alla motorizzazione eco-friendly e la possibilità di impostare da remoto una destinazione, scegliendo tappe intermedie anche in base all’autonomia del veicolo.

La tecnologia alla base di MyFord Mobile è studiata in modo da fornire feedback continui all’automobilista, ad esempio con suggerimenti utili per aumentare la distanza percorribile con una sola ricarica della batteria, tenendo conto delle sue abitudini per regolare in modo intelligente il riscaldamento o il condizionamento dell’abitacolo. Il debutto avviene in contemporanea con la nuova versione della Focus Electric.

 

Nuova Focus Electric

Disponibile in Europa ad un prezzo ridotto del 14% rispetto al modello precedente, la nuova Focus Electric offre un motore da 145 cavalli in grado di raggiungere una velocità di punta pari a 137 Km/h. Per quanto riguarda l’autonomia, una delle caratteristiche più importanti quando si parla di auto elettriche, la vettura può percorrere fino a 100 Km con due-tre ore di ricarica e circa 150 Km con tre-quattro ore.

L’interfaccia SmartGauge equipaggiata a bordo monitora costantemente l’autonomia disponibile tenendo conto di parametri come lo stile di guida e l’utilizzo della strumentazione, mentre la funzionalità Brake Coach aiuta a recuperare fino al 95% dell’energia prodotta in fase di frenata, convogliandola alla batteria.