QR code per la pagina originale

Apple campionessa di product placement nei film

Nel 2014 Apple ha battuto tutti i rivali sul product placement: un prodotto a marchio mela è apparso in 9 dei 35 film di maggior successo ai botteghini.

,

Il 2014 è stato un anno davvero vincente per Apple, tra risultati fiscali record e il successo di prodotti come iPhone 6 e iPhone 6 Plus. In questi 12 mesi, tuttavia, l’azienda ha sbaragliato la concorrenza anche su un altro fronte: quello del product placement. Stando alle ultime premiazioni di Branchannel per i Brandcameo 2015, Apple ha superato tutti i rivali in termini di propri prodotti inseriti nei film di maggior successo ai botteghini. L’azienda non occupava la prima posizione dal 2011.

Nel 2014 un prodotto targato mela morsicata è apparso in 9 delle 35 pellicole di maggior successo ai botteghini USA, senza contare le varie apparizioni televisive. Secondo i Brandcameo, la scena più rappresentativa la si trova in “Captain America: The Winter Soldier”, dove due dei protagonisti utilizzano un MacBook Pro all’interno di un Apple Store. Vi è poi un iPod Shuffle in “The Lego Movie”, ma anche prodotti vari in “Poliziotto in prova”, “Tutte contro lui”, “Cattivi vicini”, “Colpa delle stelle”, “La guerra dei sessi”, “L’amore bugiardo” e “Ouija”. In totale, Apple supera il 25% di presenze nella Top 35 delle pellicole più gradite.

La società di Cupertino pare non si lanciasse in una promozione così serrata sin dal 2011, con un picco raggiunto nel 2009 con oltre il 50% di presenze nei film più rilevanti nelle sale. Nel 2013, invece, si è segnato solo il 15% del product placement. Non è però tutto rose e fiori, poiché la neoacquisita Beats si aggiudica il premio per il peggior product placement: tutta colpa di Beats Pill, uno speaker bluetooth, apparso in “Transformers 4 – L’Era dell’Estinzione”.

Oltre al cinema, ben più difficile è quantificare il gran numero di prodotti a marchio mela quotidianamente presenti in telefilm e show televisivi vari. L’ultima della serie è una puntata di “Modern Family”, un omaggio della produzione statunitense ad Apple interamente registrato con FaceTime, iPhone, iPad e la linea Mac.

House of Cards

Nelle prime due puntate della terza serie di House of Cards (appena sbarcata in Italia), alla Casa Bianca ci sono l’iPhone di Claire Underwood e il Mac di Francis Underwood (nel film il presidente degli Stati Uniti d’America). In realtà è noto come per motivi di sicurezza i limiti nell’uso dei device alla Casa Bianca siano estremamente stringenti e il BlackBerry a cui tanto era affezionato Obama compare soltanto come dispositivo di servizio.

La terza serie vede varie apparizioni specifiche di Windows Phone, invece, con focus dettagliati sull’interfaccia: viene regalato a Doug Stamper dalla coppia presidenziale, ad esempio, e uno viene gestito dall’arrembante Jackie Sharp. Al momento appare difficile identificare invece i tablet, uno dei quali in uso a Remi Danton: se ne scorge soltanto il profilo, dunque nulla lascia intravedere brand o caratteristiche peculiari.

Il product placement nella terza serie è più spinto rispetto a quelle antecedenti, con un forte focus sugli elementi rappresentativi (l’interfaccia per Windows Phone, la mela per i Mac). Il tutto ben integrato all’interno di una sceneggiatura che vede ad esempio grafiche in sovraimpressione per esplicitare gli scambi via SMS tra i protagonisti.