QR code per la pagina originale

Samsung Galaxy S6, fotocamere da DSLR

Samsung ha illustrato le caratteristiche delle fotocamere integrate nei Galaxy S6 e S6 edge, spiegando i miglioramenti rispetto al Galaxy S5.

,

Molti utenti scelgono un nuovo smartphone solo dopo aver verificato la qualità delle fotocamere. Ecco perché Samsung ha utilizzato tutte le moderne tecnologie per consentire di scattare foto di “qualità reflex” con i Galaxy S6. Non ci sono ancora test sul campo che possono confermare le parole del produttore coreano, ma l’obiettivo è ottenere immagini con un livello di dettaglio paragonabile a ciò che l’occhio umano vede nel mondo reale.

La risoluzione della fotocamera posteriore è rimasta invariata (16 Megapixel), ma Samsung ha apportato diversi miglioramenti che permettono di scattare foto in ogni condizione di illuminazione. Per i due Galaxy S6 è stato scelto un obiettivo con apertura f/1.9, mentre la stabilizzazione ottica (OIS) e il bilanciamento del bianco ad infrarossi permettono di catturare immagini chiare e luminose, senza sfocatura. La risoluzione della fotocamera frontale è invece aumentata da 2 a 5 Megapixel. L’ottica grandangolo consente di scattare “wide selfie” (o selfie di gruppo) con estrema facilità.

Il sensore CMOS è 1,4 volte più grande del suo predecessore, quindi le immagini scattate hanno una qualità simile o addirittura superiore a quelle ottenute con la fotocamera principale di altri smartphone. Entrambe le fotocamere offrono la funzione HDR (High Dynamic Range) in tempo reale. Le immagini HDR vengono generate combinando più scatti a diversi livelli di esposizione, un processo che richiede abbastanza tempo. I Galaxy S6, invece, il risultato è immediato; inoltre, la funzione viene attivata automaticamente, in quanto gli smartphone analizzano le condizioni di illuminazione dell’ambiente circostante.

Oltre alla modalità normale, i due Galaxy S6 includono una modalità professionale che consente di impostare manualmente i singoli parametri di scatto. La funzione Quick Launch attiva la fotocamera in circa 0,7 secondi, quando viene premuto due volte il pulsante home. L’autofocus è in grado di mettere a fuoco il soggetto in appena 0,3 secondi. I nuovi smartphone Samsung sono i primi al mondo ad integrate l’autofocus “fast tracking”. È possibile fotografare bambini e animali in movimento, ottenendo immagini perfette.