QR code per la pagina originale

Linus Torvalds contro il team di Google Calendar

L'autore del primo kernel Linux punta il dito contro il team al lavoro sull'applicazione Google Calendar, per via di alcune scelte ritenute discutibili.

,

Non sempre le nuove funzionalità introdotte in servizi e applicazioni vengono accolte come sperato dagli sviluppatori. È successo di recente a Google Calendar, che nei mesi scorsi ha cambiato la modalità di visualizzazione del calendario per meglio adattarsi agli schermi di smartphone e tablet. Una scelta che, per come è stata operata, non ha riscontrato il favore di Linus Torvalds.

Il padre del kernel Linux, intervenuto con un post sulle pagine del social network G+, ha puntato il dito contro il team al lavoro sull’applicazione, usando un tono ironico e sarcastico. Al centro della critica la decisione di mostrare all’utente settimane composte da cinque giorni anziché sette, ritenuta da molti piuttosto scomoda. Nel suo messaggio, Torvalds paragona l’intento di bigG addirittura a quello di Giulio Cesare, che quasi due millenni fa introdusse una nuova forma di calendario.

Congratulazioni al team di Google Calendar su Lollipop, che ha ritenuto una buona idea inserire la “settimana di Google”, la speciale settimana da cinque giorni che inizia in modo casuale all’interno di quella reale, ormai troppo vecchia. È il coraggioso esperimento che attendevamo per i nostri calendari. Pensate a Giulio Cesare e all’introduzione del calendario giuliano che ha cambiato la storia, garantendo al suo nome di restare immortale anche 2.000 anni dopo. Il team di Calendar su Lollipop ha sognato in grande e ha provato a fare lo stesso. Mossa coraggiosa! Stupida, ma coraggiosa.

Torvalds riconosce comunque a Google il merito di essere tornata sui propri passi, rilasciando nei giorni scorsi un aggiornamento per l’applicazione che reintroduce le settimane di sette giorni, oltre a funzionalità misteriosamente scomparse in passato come il pinch-to-zoom.

Quando l’effetto delle droghe è svanito qualcuno ha finalmente capito che l’obiettivo di un’applicazione calendario è quello di essere utile nel mondo reale, dove si interagisce con persone che ancora credono le settimane noiosamente composte da sette giorni. Ragazzi, per un po’ siete sembrati immensamente stupidi, ma oggi ho ricevuto un aggiornamento per Calendar, che reintroduce la settimana di sette giorni e il pinch-to-zoom. Mi congratulo con voi per aver lasciato da parte i pessimi stupefacenti e per non sembrare più stupidi come nei mesi scorsi.

Fonte: Linus Torvalds su Google+ • Notizie su: