QR code per la pagina originale

Digital Magics e TAG partner per un hub digitale

L'incubatore milanese firma un accordo con il coworking di Dattoli per aprire 50 nuovi spazi in Europa entro il 2018.

,

Il Consiglio di Amministrazione di Digital Magics, venture incubator certificato di startup innovative digitali quotato sul mercato italiano ha annunciato una partnership con Talent Garden, il network di coworking fondato da Davide Dattoli. Una strategia di crescita che coinvolge anche la merchant bank Tamburi Investment Partners e che fa nascere un nuovo hub del digitale di ampie prospettive. Si prevede l’apertura di 50 nuovi spazi in tre anni.

La collaborazione industriale con TAG prevede il supporto da parte di Digital Magics per lo sviluppo del network e dei suoi servizi. Il venture e le sue partecipate avranno accesso al network TAG e in ogni sede locale verranno attivati congiuntamente servizi di incubazione e di Open Innovation, con l’obiettivo di creare la più completa piattaforma di coworking e accelerazione italiana. Tale collaborazione è inoltre sancita da un accordo tra i soci di TAG e Digital Magics per l’ingresso della società di Enrico Gasperini nella compagine sociale di TAG con una partecipazione che parte dal 10% e potrà arrivare al 28% del capitale sociale. Parallelamente Digital Magics ha concluso una partnership anche con TIP finalizzata al supporto del network favorendo ulteriori investimenti nelle startup e lo sviluppo dei programmi di digitalizzazione delle imprese italiane.

Talent Garden e Digital Magics: l’accordo

Davide Dattoli ne ha parlato giusto ieri a Seeds&Chips: in Italia bisogna cominciare a pensare in modo integrato e internazionale. L’ingresso nella compagine di una realtà come Digital Magics significa che due entità verticali si compenetrano invece di stare ciascuno a fianco dell’altra.

Siamo un Paese non considerato in Europa nell’innovazione digitale perché fatto da tanti piccoli player, con questo accordo vogliamo iniziare un percorso di sinergia e verticalizzazione in cui ogni operatore si specializza nelle sue competenze e diventa rilevante a livello europeo. Questo è un primo passo molto importante per tutto il sistema Italia, ed è solo una delle importanti sinergie che stiamo stringendo con molte imprese dell’ecosistema.

Dello stesso parere ovviamente anche Enrico Gasperini, fondatore e presidente di Digital Magics:

Le startup digitali Made in Italy sono una fucina straordinaria di talenti. È necessario, per farle crescere, che vi sia un ecosistema robusto di servizi e capitale di rischio che investa su di loro e quindi sul futuro industriale del nostro Paese. Per cogliere questa grande opportunità abbiamo sviluppato una forte partnership, straordinariamente rappresentativa del mondo dell’imprenditoria italiana. Sono estremamente fiero di avere da oggi al nostro fianco due champion eccezionali, che insieme a noi coprono l’intera filiera dell’innovazione italiana con una matrice comune, la continua ricerca dell’eccellenza: da un lato Talent Garden, il network dei campus per lo sviluppo delle idee da parte di giovani imprenditori e startupper, e dall’altro TIP, la più importante investment bank che ha posto al centro delle proprie attività il supporto alla crescita delle imprese italiane che rappresentano l’eccellenza del Made in Italy.

I numeri di Digital Magics

Insieme all’annuncio della parterhip con TAG, Digital Magics ha
comunicato l’approvazione del bilancio 2014, che illustra bene i volumi di un incubatore di startup nell’ecosistema italiano. Nel 2014 Digital Magics ha visto crescere i servizi del 49% con ricavi a 2,4 milioni di euro. L’incubatore ha un capitale investito netto pari a 14,9 milioni e l’anno scorso ha portato al suo interno 11 nuove startup digitali – di cui 8 innovative – cedendo una partecipazione e mantenendone 41 in totale; gli investimenti nelle partecipate sono circa 3,2 milioni di euro a cui si aggiungono oltre 2 milioni investiti da soggetti terzi. L’indebitamento finanziario netto è di 2 milioni di euro, il debito a medio lungo termine di 3,36 milioni e le disponibilità liquide di 2 milioni di euro. Il CdA si appresta a chiedere un aumento di capitale di 4.999.000 di euro.

L’obiettivo complessivo delle due alleanze con TAG e TIP è costruire il più importante hub dell’innovazione rafforzando il piano industriale di Digital Magics che prevede lo sviluppo, entro il 2018, di oltre 100 nuove startup innovative partecipate.

Fonte: Webnews • Notizie su: