QR code per la pagina originale

Samsung Galaxy S6, prestazioni al top

Secondo AnTuTu, il chip Exynos 7420 vince nettamente la sfida con il chip Snapdragon 810: il Samsung Galaxy S6 è lo smartphone più veloce del mondo.

,

I nuovi Samsung Galaxy S6 e S6 edge sono gli smartphone più veloci del mondo. Questo è il verdetto scaturito dai dati di AnTuTu, noto benchmark che misura le prestazioni dei dispositivi mobile. Le statistiche raccolte nel primo trimestre 2015 in 160 paesi confermano la potenza del processore Exynos 7420 integrato nei prodotti dell’azienda coreana. Il diretto concorrente HTC One M9 è al terzo posto della top 10, ma il distacco dai due leader è molto netto.

Il Galaxy S6 occupa la prima posizione con 67.520 punti, seguito da Galaxy S6 edge con 62.373 punti. Non è chiaro il motivo della differenza numerica tra i due smartphone, ma probabilmente ciò dipende dal metodo di calcolo utilizzato da AnTuTu, che tiene conto del valore medio. In ogni caso, il SoC Samsung vince nettamente la sfida con lo Snapdragon 810 integrato nel One M9 di HTC (52.709 punti). Oltre ad essere più veloce, il chip Exynos 7420 è anche più efficiente dal punto di vista dei consumi, grazie all’architettura FinFET+ a 14 nanometri. A causa dei noti problemi di surriscaldamento, per lo Snapdragon 810 viene attivato più spesso il thermal throttling con conseguenze negative sulle prestazioni.

In quarta posizione si è classificato il Samsung Galaxy S5 (versione europea con Snapdragon 805) con 49.355, seguito dal Meizu MX4 (49.305) con processore MediTek MT6595. I punteggi del Nexus 6 (49.145) e del Galaxy Note 4 (49.140) sono praticamente identici, in quanto hanno caratteristiche simili (Snapdragon 805, display 2K e 3 GB di RAM).

La top 10 relativa alle GPU conferma la vittoria di Samsung sulla rivale. Il chip Exynos con GPU Mali-T760 MP8 a 772 MHz ha ottenuto un punteggio di 20.725 contro i 18.936 dello Snapdragon 810 con Adreno 430 a 650 MHz. All’inizio di marzo, Qualcomm ha annunciato lo Snapdragon 820, primo SoC della serie realizzato a 14 nanometri che, forse, consentirà al produttore di ritornare in vetta alla classifica.