QR code per la pagina originale

Twitter: arrivano i retweet con commento

Twitter modifica il tasto quote consentendo l'inclusione del messaggio nel nuovo tweet con la possibilità di commentarlo usando tutti i caratteri possibili

,

Twitter ha finalmente risolto una delle sue lacune più fastidiose, quella legata al “quote button”, cioè al tasto che consente di citare un tweet aggiungendo un commento. Sino ad oggi, effettuando un “quote” di un messaggio, esso veniva citato come testo all’interno del nuovo tweet. Come risultato, gli utenti potevano aggiungere solo una manciata di caratteri per commentarlo non potendo così sfruttare tutti i 140 caratteri permessi dal social network.

Adesso, finalmente, a seguito di un update della piattaforma, tale limite è stato superato ed effettuando un “quote”, il messaggio citato è incorporato nel nuovo messaggio, comprensivo anche di eventuale foto o video, lasciando agli utenti la libertà di utilizzare tutti i caratteri concessi per un eventuale commento. Tale funzionalità è da subito disponibile sia per gli utenti iOS che per gli utenti che utilizzano Twitter da Web. Gli utenti Android, dovranno, invece, attendere ancora un po’ per poter sfruttare questa modifica.

Trattasi dunque di una piccola ma importantissima novità, invocata da lungo tempo a gran voce da tutti gli utenti della piattaforma sociale. Una piccola rivoluzione che consentirà adesso di mettere anche un po’ di ordine all’interno dei tweet condivisi sulla piattaforma.

Twitter: retweet con commento

Twitter: retweet con commento

A rimarcare l’importanza di questa modifica il fatto che Twitter abbia modificato le sue API per fornire agli sviluppatori di app collegate ai servizi del social network la possibilità di utilizzare questa nuova funzione legata al tasto “quote”. Storicamente è, infatti, molto raro che Twitter conceda questa possibilità. Un dettaglio che va letto probabilmente con l’intenzione di rendere maggiormente godibile l’intera piattaforma indipendentemente da dove vi si acceda, se cioè dalle app ufficiali che da quelle di parti terze.

Fonte: The Next Web • Immagine: The Examiner • Notizie su: ,