QR code per la pagina originale

LinkedIn e Lynda, dal curriculum alla formazione

Comprando Lynda.com per 1,5 miliardi di dollari, LinkedIn passa da essere una vetrina di curriculum a luogo di formazione e crescita professionale.

,

È notizia delle ultime ore la stretta di mano che ha portato il portale, i servizi ed i contenuti di Lynda.com tra le braccia di LinkedIn. La mossa, valutata in circa 1,5 miliardi di dollari tra cash e azioni, indica chiaramente l’evoluzione scelta dal social network professionale per accrescere il proprio mercato nel comparto, passando così da sito che crea opportunità professionali a sito che pone le basi per maturare al meglio tali opportunità.

Lynda.com è un portale nato negli anni ’90 e che ha sempre funzionato sul modello dell’abbonamento: l’utente che vi si avvicina in cerca di tutorial per accrescere le proprie capacità ha la possibilità di accedere (previo pagamento) a corsi e manuali che insegnano determinate funzioni in ambito informatico. L’acquisizione mette ora Lynda nelle mani di LinkedIn ed apre pertanto a nuovi possibili orizzonti su quello che fino ad oggi era un social network pensato per mettere in mostra un curriculum e farlo incontrare con chi sta cercando profili professionali qualitativi.

Le possibili evoluzioni sono molte e sono probabilmente già tra i progetti futuri del network: Lynda potrebbe infatti consentire a LinkedIn di incontrare nuova utenza per estendere la propria community; potrebbe aprire a veri e propri corsi di formazione con i quali certificare in proprio le capacità degli iscritti in cerca di lavoro; potrebbe estendere la funzione del network da mera vetrina e luogo di incontro a vero e proprio punto formativo con cui accrescere i propri “skill” al di là delle referenze ottenute dai propri contatti.

«Insieme», spiega Jeff Weiner sul blog di LinkedIn, «possiamo costruire l’Economic Graph mappando assieme persone, posti di lavoro, capacità e conoscenze che ne rappresentano le componenti fondamentali». Ed è questo il fine ultimo e vero dell’operazione: arrivare a completare lo scenario nel modo più completo possibile, al pari di quanto fa Facebook con il Social Graph nella sfera delle relazioni interpersonali. Avere a disposizione una mappatura più generale e granulare sulle capacità delle persone (anziché sul loro semplice profilo) significa poter andare più alla radice, poter garantire meglio la qualità del servizio e fare di LinkedIn una realtà più solida ed efficace.

Lynda.com da parte sua ha ora l’opportunità di un grande salto di qualità: gli abbonamenti sono la base su cui tutto ciò è stato costruito, ma tra le braccia di LinkedIn i contenuti vengono ad avere importanza moltiplicata poiché vengono messi nelle mani di persone che, grazie alla formazione disponibile, ha la possibilità di accrescere la propria visibilità sul network. Skill su skill, corso su corso, ogni iscritto a LinkedIn potrà dimostrare il proprio impegno e le proprie capacità, cercando un posto di primo piano laddove va in cerca di lavoro. Il social network professionale non è più soltanto una vetrina: ora ha un retrobottega ove studiare, formarsi, crescere e quindi sviluppare il modo in cui il proprio profilo viene messo a disposizione delle aziende in cerca di talenti.

Fonte: LinkedIn • Notizie su: ,