QR code per la pagina originale

Asus ZenFone 2 provato in anteprima

Provato in anteprima il nuovo smartphone Asus ZenFone 2, dal comparto hardware competitivo e un’esperienza d’uso esaltante.

,

Asus ZenFone 2 è uno smartphone che farà parlare molto di sé. Visto in anteprima durante la Milano Design Week, lo ZenFone 2 colpisce per l’eccellente comparto hardware e per il prezzo a cui è proposto: 349 euro per il top di gamma identificato dalla sigla ZE551ML.

È veramente difficile pretendere di meglio in questa soglia di prezzo, anche e soprattutto per gli allestimenti delle versioni entry-level ZE500CL e di media gamma ZE550ML, rispettivamente proposti a 179 e 249 euro.

Design

Il vero punto di forza dell’Asus ZenFone 2 ZE551ML è il comparto hardware, poiché il design è piuttosto anonimo. L’estetica è essenziale, con un dorso curvo che agevola la presa in mano. La cover posteriore rimovibile è di solida costruzione e con finitura superficiale che migliora ulteriormente il grip.

Nella parte superiore è presente una colonna formata dal modulo fotocamera – doppio flash LED e lente – e dai tasti volume, questi ultimi molto comodi da azionare.

Non si può dire lo stesso del tasto Power, collocato in alto in posizione centrale: l’estetica non ne risente, al contrario dell’usabilità. Viene in aiuto il doppio tap sullo schermo per attivare/disattivare lo smartphone.

Hardware

Il comparto hardware dell’Asus ZenFone 2 è veramente al top, affidandosi a un processore Intel Atom Z3580 quad core da 2,3 GHz, con supporto della tecnologia a 64 bit, assistito da ben 4 GB di RAM, mentre la capacità interna è di 32 GB. Questa scelta permette di contenere i costi promettendo comunque un’elevata potenza di calcolo, adeguata per ogni ambito operativo.

La scelta dei 4 Gb di RAM appare strategica: non è stato possibile provare lo smartphone a fondo, ma l’impressione avuta è di poter tenere molte applicazioni aperte, soprattutto quelle esigenti in fatto di risorse di sistema, senza ripercussioni negative sull’efficienza del sistema. L’impatto più evidente è riaprire, ad esempio, un gioco 3D quasi istantaneamente, con una reattività operativa quasi mai vista prima.

Asus non ha trascurato alcun aspetto, compresa la connettività di dual-Sim dello ZenFone 2: la prima è 4G/LTE (sino a 150 Mbps) mentre la seconda è 3G. Non mancano Wi-Fi Dual Band, Bluetooth 4.0 e sensore NFC.

Fotocamera

Anche il modulo fotocamera posteriore colpisce in positivo: sensore da 13 megapixel e doppio flash. La qualità è elevata, con un’apprezzabile fedeltà cromatica. Impressionano le performance in condizioni di scarsa luminosità grazie alla tecnologia PixelMaster: viene ridotta la risoluzione interpolando i pixel, così da ridurre il rumore digitale ed esaltare i dettagli. Purtroppo non è stato possibile approfondire nemmeno questo aspetto, ma le premesse ci sono tutte per una fotocamera estremamente capace e versatile.

Non mancano funzioni accessorie sviluppate da Asus, come la sfocatura dello sfondo, l’HDR e una modalità manuale apprezzata da chi arriva dal mondo della fotografia tradizionale.

Schermo e audio

L’ampio schermo IPS+ da 5,5”, con protezione Gorilla Glass 3, ha una risoluzione Full HD e visualizza colori fedeli e ricchi di sfumature. Il dettaglio è elevato. Nel complesso si tratta di un pannello di elevata qualità e con una luminosità sopra la media.

Come anticipato, supporta il doppio tap per attivare/disattivare lo smartphone, oltre ad altre gesture previste dalla funzionalità ZenMotion, per interagire con il dispositivo mediante semplici tocchi o movimenti delle dita sullo schermo.

L’audio dell’Asus ZenFone 2 seppure di livello più che discreto, non è all’altezza dello schermo. Lo speaker, collocato sul retro e coperto da una griglia, ha un volume apprezzabile, con una qualità audio però nella media.

Galleria di immagini: ASUS ZenFone 2: le immagini

ZenUI

L’interfaccia utente è un altro plus di questo Asus ZenFone 2. Si basa su Android 5.0, con una profonda personalizzazione di temi e icone, presentandosi come una delle più ricche ed evolute dell’attuale panorama mobile.

Tra le chicche, la pressoché perfetta integrazione con i servizi Cloud, le app per editare e condividere foto e video creati con la foto/videocamera dello smartphone, e SnapView per creare un accesso protetto a tutti i contenuti archiviati.

Asus manterrà sempre aggiornata l’interfaccia utente, con il servizio ZenUI Instant Updates, così da garantire una grande esperienza d’uso in modo costante nel tempo.

Conclusioni

In vendita presso gli store Euronics e sul sito Asus, questo Asus ZenFone 2 ZE551ML ha sorpreso in positivo. È uno smartphone che, pur basandosi su un design al limite dell’anonimo, ha tanto da offrire, in termini di potenza di calcolo ed esperienza d’uso.

Quest’ultima, insieme al modulo fotocamera estremamente versatile, è il vero punto di forza della rinnovata offerta Asus nel mondo della telefonia mobile, senza tralasciare il prezzo d’acquisto realmente concorrenziale.