QR code per la pagina originale

Surface 3: più di un tablet, meno di un laptop

Secondo le prime recensioni, il Surface 3 è un tablet interessante, ma non può eseguire tutte le applicazioni desktop come fosse un laptop.

,

Microsoft ha imparato dai suoi errori. Questo è il giudizio unanime che si evince dalle prime recensioni che illustrano i pregi e i difetti del Surface 3. L’errore principale è stato ovviamente Windows RT. Il nuovo tablet è basato su Windows 8.1, a differenza dalla precedente edizione basata su Windows RT, quindi può eseguire tutte le applicazioni desktop. Tuttavia ci sono alcuni limiti dovuti alla dotazione hardware, nonostante evidenti miglioramenti rispetto al precedente modello.

Il Surface 3 è un Surface 3 Pro più economico. Il design, la cura costruttiva e i materiali sono gli stessi. Cambiano però le dimensioni: il Surface 3 possiede uno schermo da 10,8 pollici (1920×1080 pixel) con rapporto di aspetto 3:2 che, secondo The Verge, offre una fedeltà cromatica e una luminosità migliore del display usato nel Surface Pro 3. Altri punti a favore sono la porta micro USB, che permette di utilizzare un qualsiasi alimentatore, e il supporto per la Surface Pen, che consente di avviare velocemente OneNote e salvare i file su OneDrive. Purtroppo la stilo deve essere acquistata a parte (49,99 dollari). Modificato inoltre il sistema di appoggio retrostante, che consente di graduare l’inclinazione secondo posizioni preimpostate e non a piacimento come con la versione Pro.

Il processore Atom X7-Z8700 permette di eseguire le applicazioni x86, ma non offre le stesse prestazioni di un processore da notebook. Il tablet può eseguire senza problemi la maggioranza dei software desktop, mostrando però qualche limite con applicazioni “pesanti”, come Photoshop. I giochi possono funzionare solo a bassa risoluzione. Engadget ha inoltre verificato l’impossibilità di riprodurre video 4K su YouTube. L’ottimo sistema di gestione energetica della CPU Intel ha tuttavia consentito di eliminare la ventola, premiando al tempo stesso il drenaggio di risorse dalle batteria.

Complessivamente, il Surface 3 è sicuramente un passo avanti rispetto al Surface 2 ma, a differenza del Surface Pro 3, non può sostituire funzionalmente un notebook. Tra l’altro, la tastiera Type Cover (venduta a parte a 129,99 dollari) ha un trackpad troppo piccolo per un uso intensivo. L’utente che vuole installare applicazioni “mangia memoria” deve scegliere la versione con 4 GB di RAM e SSD da 128 GB, in quanto la versione base con 2 GB di RAM e SSD da 64 GB può gestire solo le app scaricate dal Windows Store.

Galleria di immagini: Microsoft Surface 3, le immagini