QR code per la pagina originale

Technics punta tutto sull’alta fedeltà

Technics, storico marchio nel mondo dell’audio, rientra in grande stile sul mercato con due sistemi nati per soddisfare gli orecchi più esigenti.

,

Qualità su tutto

Dopo anni di assenza, Technics ricompare nel mondo dell’audio ad alta fedeltà, puntando su tre pilastri portanti: suono, tecnologia e design.

Questi rappresentano la base di entrambi i sistemi presentati per il rientro del brand giapponese. Si tratta delle serie R1 e C700, rispettivamente di fascia alta e di gamma media.

Entrambi nascono con la ferma volontà di far apprezzare nuovamente la musica di qualità, puntando su formati loseless attuali come FLAC e su quei servizi online, compreso Technics Tracks, che consentono di accedere a un archivio sempre più alto di tracce ad alta definizione. Ovviamente questo può accadere solo su impianti di alto livello, che permettano di apprezzare la reale e tangibile differenza tra un MP3 e un FLAC.

Nessun compromesso

Technics, come dichiarato durante la presentazione alla stampa nazionale, ha dichiarato che non è disposta a fare alcun tipo di compromesso in fatto di pura qualità audio e di esperienza utente, utilizzando il meglio in fatto di tecnologie attualmente disponibili sul mercato.

La scelta di Technics è condivisibile, fermo restando il prezzo esclusivo di entrambe le soluzioni. Per il sistema completo R1 (amplificatore di potenza, Network Audio Control Player, e coppia di altoparlanti), in vendita da maggio 2015, sono richiesti ben 40.000 euro. Per acquistare il sistema completo C700 (amplificatore integrato stereo, Network Audio Player, lettore CD, coppia di altoparlanti), disponibile da aprile, servono “solo” 4.698 euro.

Non è escluso che in futuro Technics amplierà il range di soluzioni verso il basso, rimanendo comunque nell’alta gamma e senza fare sacrifici sul fronte dell’accuratezza digitale, sull’eliminazione del rumore e su un’acustica capace di emozionare.

Entrambi i sistemi saranno venduti attraverso una rete selezionata di negozianti (15 al momento in cui scriviamo), capaci di proporre i prodotti Technics nel modo giusto alla giusta clientela.

I due sistemi

Entrando nel dettaglio delle due soluzioni proposte, si parte con il meglio offerto a Technics, la serie R1. È composta dal Network Audio Controller SU-R1 (7.000 €), dall’amplificatore stereo SE-R1 (13.000 E) e dalla coppia di altoparlanti SB-R1 (10.000 € l’uno). Qui troviamo tutte le tecnologie studiate da Technics per la fedeltà audio (JENO Digital Engine per eliminazione jitter e riduzione del rumore, Gan Driver e calibrazione di fase adattiva per l’accuratezza digitale, speaker Phase Precision Driver per l’acustica emozionale), con altoparlanti dotati di cinque driver da 6,5” ognuno e con un player audio che supporta la connettività Bluetooth per riprodurre musica da dispositivi mobile iOS o Android, tramite l’app dedicata.

La serie C700 invece vede qualche compromesso in fatto di pura qualità del suono, a partire dal set di speaker con un solo driver da 6,5”. Il set è composto da Network Audio Player ST-C700 (999 euro), amplificatore stereo SU-C700 (1.400 euro, lettore CD SL-C700 (999 euro) e coppia di speaker stereo (1.300 euro).

La prima prova sul campo non ha permesso di trarre conclusioni definitive, sia per il poco tempo a disposizione sia per la sala attrezzata che non rappresentava le condizioni ideali per l’ascolto, fermo restando la percezione di un’eccellente purezza e spazializzazione del suono per entrambi. Per maggiori informazioni: http://www.technics.com/it/.

Notizie su: ,