QR code per la pagina originale

Apple Watch: nuove nazioni a fine giugno

La seconda tornata di vendite di Apple Watch, di cui farà probabilmente parte anche l'Italia, partirà entro la fine di giugno: è quanto afferma Tim Cook.

,

Apple Watch forse non arriverà in Italia il prossimo 8 maggio, così come indiscrezioni emerse qualche giorno fa. In occasione della presentazione dei risultati del Q2 2015, infatti, Tim Cook ha annunciato l’estensione delle vendite in nuove nazioni entro la fine di giugno. Bisognerà attendere ancora qualche settimana, di conseguenza, prima di poter stringere lo smartwatch di Cupertino al polso, a meno che non ci si voglia recare all’estero per acquistarlo.

Sebbene la lista delle nazioni incluse nella seconda tornata non sia ancora stata ufficializzata, è molto probabile che il turno dell’Italia sia finalmente giunto. Eppure sfumano le possibilità che Apple Watch possa arrivare sul suolo dello Stivale nel mese di maggio, poiché il CEO è stato abbastanza chiaro in merito: l’estensione a nuove nazioni avverrà entro la fine di giugno. Un fatto che non stupisce, in realtà, poiché gli esemplari al momento disponibili sarebbero esigui, tanto da richiedere delle tempistiche più estese al gruppo californiano affinché la produzione possa raggiungere la domanda.

Tim Cook ha voluto precisare come i ritmi di produzione stiano migliorando di giorno in giorno, tanto che la società sta già consegnando negli Stati Uniti dispositivi la cui spedizione era invece prevista per la metà o la fine di maggio. È probabile, di conseguenza, che indicazioni più precise vengano fornite nel corso delle prossime settimane, quando anche gli stock a disposizione di Apple saranno più chiari.

Siamo stati in grado di consegnare Apple Watch nel weekend a più clienti di quanto inizialmente atteso. Sono soddisfatto per come stiamo procedendo. Per ogni nuovo prodotto, serve più tempo per partire. Entro la fine di giugno prevediamo di essere in una posizione che ci potrebbe permettere di vendere Apple Watch in altre nazioni.

Infine, Cook ha sottolineato come esistano già 3.500 applicazioni per Apple Watch, all’incirca lo stesso numero di software disponibili all’apertura del primo iPhone e al lancio di iPad. Non resta quindi che attendere ulteriori comunicazioni dalle parti della California.

Galleria di immagini: Apple Watch: le prime immagini