QR code per la pagina originale

Apple Watch nemico dei tatuaggi?

Apple Watch potrebbe incontrare qualche difficoltà di riconoscimento del polso in concomitanza con tatuaggi: è quanto afferma un utente su Reddit.

,

Al neonato Apple Watch i tatuaggi potrebbero non risultare particolarmente graditi. È quanto almeno sostengono alcuni utenti in Rete, nel testimoniare come i loro Apple Watch incontrino qualche difficoltà nella corretta identificazione del polso.

Il tutto sarebbe partito da Reddit, dove un utente ha spiegato come il suo Apple Watch non funzioni correttamente a causa del polso tatuato di nero. Dopo aver provato lo stesso dispositivo su un braccio non dipinto, per verificare non si trattasse di un modello difettoso, il possessore ha spiegato come il polso non venga riconosciuto, quindi molte funzioni non verrebbero attivate, tra cui l’inoltro delle notifiche. Questo perché, in una logica di risparmio di energia e risorse, Apple Watch abilita alcune delle sue opzioni solo al riconoscimento della pelle tramite i sensori posti sulla parete posteriore della scocca.

Sembra che disattivando il riconoscimento del polso la problematica scompaia, rinunciando però ad altre caratteristiche come Apple Pay. Lo stesso vale per la misurazione del battito cardiaco: il sensore, illuminando la pelle con raggi infrarossi oppure luci rosse e verdi, è in grado di riconoscere il flusso del sangue. Le pelli molto scure, così come quelle tatuate, potrebbero però interferire con questa tecnica, chiamata fotopletismografia. Sembra che Apple abbia già provveduto a degli aggiustamenti, così come sempre la testata statunitense riferisce, grazie a una regolazione di luminosità più alta affinché la funzionalità con qualsiasi varietà della pelle umana sia garantita. Modificando intensità e frequenza di raccolta dei campioni, però, ne risentirebbe la batteria.

In attesa di un commento ufficiale da Cupertino, che probabilmente non tarderà ad arrivare, vale la pena di ricordare come è possibile provare Apple Watch in negozio prima dell’acquisto, prenotandosi a uno dei tanti try-on. In questo modo, si potrà saggiare la piena funzionalità dello smartwatch in caso di dubbi o presenza di tatuaggi. Al momento, la seconda tornata di vendita non è attesa prima della fine di giugno.

Galleria di immagini: Apple Watch: le prime immagini