QR code per la pagina originale

Smartwatch TAG Heuer da 1.400 dollari in autunno

Lo smartwatch top di gamma prodotto dalla svizzera TAG Heuer costerà circa 1.400 dollari e debutterà sul mercato tra il mese di ottobre e novembre.

,

Anche un’azienda come TAG Heuer, che affonda le proprie radici nella tradizione dell’arte orologiaia, punta sulla tecnologia degli smartwatch per conquistare nuove fette di mercato. La notizia non è del tutto inedita: se ne è parlato nei mesi scorsi, con le prime informazioni su una possibile trasposizione digitale del classico Carrera. Oggi, da un evento andato in scena a Dubai, arrivano nuovi dettagli sul dispositivo che andrà a sfidare Apple Watch nella fascia più alta del settore.

Innanzitutto, è confermata la collaborazione con Google e Intel per la realizzazione. La prima si tradurrà nella dotazione della piattaforma Android Wear, mentre la seconda nell’equipaggiamento di un processore capace di garantire prestazioni notevoli unite ad un’autonomia decisamente elevata: fino a 40 ore con una ricarica, un traguardo oggigiorno impensabile se non utilizzando schermi monocromatici o soluzioni simili a quelle dei display e-ink.

Un prodotto top di gamma, dunque, di conseguenza non accessibile a tutte le tasche, con un prezzo ipotizzato in circa 1.400 dollari (1.270 euro al cambio attuale). Per quanto riguarda la commercializzazione, potrebbe prendere il via nel corso del prossimo autunno, nei mesi di ottobre o novembre. Queste le parole di Jean-Claude Biver, CEO della società svizzera.

Spero se ne venderanno milioni, milioni e milioni. Più ne verranno acquistati, più la gente vorrà qualcosa di diverso e arriverà a TAG Heuer.

Al momento non è dato a sapere nulla sul design e sulle funzionalità dello smartwatch se non che sarà una riedizione del modello Carrera, come anticipato in apertura. Considerando l’interesse riservato dai produttori nei confronti del settore, è piuttosto chiaro come quello legato ai dispositivi indossabili sia un mercato dalle enormi potenzialità: è quindi lecito attendersi nei prossimi anni il lancio di dispositivi dalle feature paragonabili a quelle degli attuali smartphone, da portare al polso in modo elegante e discreto grazie ad una progressiva miniaturizzazione delle componenti interne, caratterizzati da prezzi sempre più accessibili.