QR code per la pagina originale

Outlook.com migrerà ad Office 365

Entro la fine dell'anno, Microsoft evolverà Outlook.com integrando l'interfaccia e molte delle funzionalità di Office 365

,

Microsoft starebbe progettando di sostituire l’interfaccia e la tecnologia che sta alla base del servizio di posta Outlook.com con quelle di Office 365. Fonti vicine alla casa di Redmond avrebbero fatto sapere a The Verge che la società avrebbe l’intenzione di migrare tutti gli attuali utenti Outlook verso Office 365 entro la fine dell’anno. Il pacchetto Microsoft Office 365, include infatti il servizio di posta via web Outlook Web Access per gli utenti aziendali e presto, Outlook.com potrebbe allinearsi a questo servizio della casa di Redmond per quanto riguarda gli aspetti dell’interfaccia utente e delle principali funzionalità.

Tutti gli attuali utenti di Outlook.com non dovranno comunque preoccuparsi in quanto il servizio non sarà cancellato e non sarà reso a pagamento. Semplicemente, Microsoft evolverà Outlook.com offrendo agli utenti un servizio di posta maggiormente evoluto con molte delle funzionalità presenti in Office 365. Il motivo principale che sta alla base di questa importante novità sarebbe da ricercarsi nella volontà della casa di Redmond di mantenere allineati i servizi di posta Outlook.com, Exchange ed Office 365. L’intenzione di modificare il servizio Outlook.com non stupisce comunque più di tanto. Da svariati mesi, infatti, Microsoft aveva smesso di aggiornare il suo servizio di posta elettronica ma contestualmente aveva deciso di eliminare il supporto alle chat di Google e Facebook. Tutti indizi che facevano pensare a future importanti modifiche al servizio email.

Il probabile restyling di Outlook.com non andrà, comunque, a disorientare gli utenti. Outlook Web Access presenta, infatti, un’interfaccia utente molto simile a quella di Outlook.com e dunque se davvero Microsoft seguirà questa strada, l’usabilità del servizio di posta non ne risentirà. Questa migrazione verso l’infrastruttura di Office 365 potrà, infine, aiutare le aziende che potranno fornire add-on per il servizio email compatibili con tutte le piattaforme di Microsoft sia su PC che su web e dispositivi mobile.

Fonte: The Verge • Notizie su: , ,