QR code per la pagina originale

Omologato il primo autocarro a guida autonoma

Omologato in Nevada all'uso regolare sulle strade pubbliche il primo autocarro con guida autonoma: si tratta di un Daimler Trucks e ora punta all'Europa.

,

Procede speditamente lo sviluppo dei veicoli con guida autonoma alla conquista delle strade: lo stato del Nevada ha appena omologato per la prima volta all’uso regolare sulle strade pubbliche due autocarri, nel dettaglio due Freightliner Inspiration con Highway Pilot della Daimler Trucks. Nei fatti i veicoli pesanti in oggetto potranno circolare liberamente sulle strade, secondo i limiti dettati dall’omologazione, portando però effettivamente in circolazione un primo modello di guida autonoma effettiva, riconosciuta e regolare.

Daimler Trucks è la prima casa automobilistica al mondo a veder omologato un proprio veicolo industriale pesante capace di guida autonoma e a percorrere il primo tratto di strada, sulla Highway 15 a Las Vegas, a bordo del Freightliner Inspiration Truck c’erano Brian Sandoval, Governatore del Nevada, e Wolfgang Bernhard, Membro del Board of Management di Daimler AG, Daimler Trucks and Buses. Nel corso della première, Bernhard ha spiegato come «con l’immatricolazione per la guida su strada negli Usa abbiamo posto una pietra miliare per quanto riguarda i truck con guida autonoma. Il nostro prossimo obiettivo di testare la tecnologia Highway Pilot anche sulle strade pubbliche tedesche». L’obiettivo, insomma, è l’Europa, ove lo sviluppo procede con altrettanta velocità ma dove le regolamentazioni sono al momento più rigide e prudenti rispetto alle corrispettive normative d’oltre oceano.

Daimler Trucks ha diffuso anche i primi risultati delle prove su strada, che evidenziano come la guida autonoma dei veicoli industriali riduca drasticamente il livello di affaticamento di chi guida. Come ha confermato Martin Daum, presidente e CEO di Daimler Trucks North America:

Dopo aver presentato con successo il nostro prototipo SuperTruck, il Freightliner Inspiration sottolinea ora nuovamente la nostra leadership tecnologica, dimostrando come società, ambiente ed economia possano trarre profitto dall’esistenza di veicoli industriali che si guidano da soli.

Minor affaticamento significa maggior sicurezza e velocità controllata significa minori consumi: sostenibilità e maggiori garanzie che devono i propri vantaggi a quel che l’innovazione tecnologica sta per riversare sulle strade.