QR code per la pagina originale

Microsoft HoloLens usa Cortana e Kinect

L'inventore di HoloLens ha fornito nuovi dettagli sul visore per la realtà aumentata basato su Windows Holographic, annunciato a gennaio.

,

HoloLens è il visore per la realtà aumentata che Microsoft ha annunciato a fine gennaio. Alex Kipman, l’ingegnere del software che ha contribuito alla sua progettazione, ha fornito nuove interessanti informazioni sull’avveniristico dispositivo basato su Windows Holographic, una specifica versione di Windows 10.

Kipman spera che HoloLens sia il primo di tanti dispositivi olografici e che Windows Holographic non rimanga a lungo un’esclusiva di Microsoft. Il visore è in realtà un computer vero e proprio, in quanto funziona in modo autonomo e non deve essere collegato ad un computer. All’interno del telaio sono presenti tutti i componenti: display, CPU, GPU, HPU (Holographic Processing Unit), sensori, videocamera di profondità e altoparlanti. L’ingegnere ha spiegato che HoloLens può registrare video olografici a 1080p che possono essere condivisi con gli altri. Il nome della funzionalità è Mixed Reality Capture.

La videocamera di profondità non è altro che una versione più potente e più piccola di Kinect. HoloLens sfrutta le stesse “informazioni spaziali” del sensore, quindi l’azienda di Redmond ha adattato la tecnologia esistente per usarla nel visore. L’interazione con gli ologrammi (versioni 3D delle app universali di Windows 10) avviene tramite gesture e voce. Non sorprende quindi la presenza di Cortana, integrata nel nuovo sistema operativo. L’assistente personale risponde alle richieste dell’utente, come avviene su Windows Phone 8.1 e Windows 10.

Durante la conferenza Build 2015, Microsoft ha presentato la Holographic Platform, la piattaforma che consentirà agli sviluppatori di terze parti di realizzare app compatibili con HoloLens.

Commenta e partecipa alle discussioni