QR code per la pagina originale

Android M non arriverà su Nexus 4 e Nexus 7 (2012)

I dispositivi commercializzati oltre due anni da non riceveranno l'aggiornamento ufficiale alla piattaforma Android M, compresi Nexus 4 e Nexus 7 (2012).

,

Tra pochi giorni Google potrebbe presentare la prossima evoluzione del suo sistema operativo mobile, ovvero Android M, major update della piattaforma che segue Lollipop. Mentre in Rete si moltiplicano le indiscrezioni in merito al nome scelto da bigG per la nuova release, un rumor in particolare risulta interessante: si parla degli aggiornamenti futuri per i dispositivi della linea Nexus e delle strategie messe in campo dal gruppo di Mountain View per il rilascio degli update.

A quanto pare (la voce di corridoio non è al momento confermata) tutti i device marchiati da Google potranno godere di aggiornamenti del S.O. assicurati per due anni dalla data di lancio e di patch dedicate alla sicurezza per tre anni. Ancora, restando in tema di update per risolvere eventuali problemi o bug, saranno garantiti per 18 mesi dalla chiusura delle vendite degli smartphone e dei tablet mediante le pagine del negozio virtuale Google Store. Tutto questo si applica anche ai prodotti già commercializzati, vale a dire che Nexus 4, Nexus 10 e la versione 2012 del Nexus 7 non riceveranno mai il pacchetto contenente la nuova versione di Android, almeno non in via ufficiale.

Essendo stato lanciato nel novembre 2012, il N4 vedrà dunque scadere i tre anni del supporto da parte di bigG nell’autunno di quest’anno. La versione 2013 del Nexus 7 sarà probabilmente aggiornata ad Android M (i due anni scadranno in estate) e riceverà patch per la sicurezza fino a oltre metà 2016. I possessori del Nexus 5 potranno invece godere di update del sistema operativo garantiti fino al prossimo autunno, con patch rilasciate fino all’autunno 2016.

Infine, per quanto riguarda i più recenti Nexus 6 e Nexus 9, riceveranno via OTA il passaggio alle nuove versioni della piattaforma fino all’autunno 2016 (dunque con tutta probabilità anche Android N). Per quanto riguarda tutti i dispositivi non appartenenti alla linea Nexus, invece, queste regole non si applicano e tutto è ancora affidato alle decisioni dei singoli produttori. Maggiori informazioni in merito potrebbero arrivare nei prossimi giorni in occasione dell’evento I/O 2015 in scena a San Francisco.

Galleria di immagini: Asus Nexus 7