QR code per la pagina originale

Amazon Game Studios al lavoro su un gioco per PC

Il team Game Studios di Amazon, dopo aver preso confidenza con il gaming partendo dall'ambito mobile, è al lavoro sul primo titolo destinato ai computer.

,

Che Amazon sia fortemente interessata al gaming lo si è capito lo scorso anno, quando con una mossa un po’ a sorpresa ha portato a termine l’acquisizione di Twitch, piattaforma dedicata allo streaming delle partite. Un investimento da 970 milioni di dollari che ha permesso al gigante dell’e-commerce di scavalcare Google nell’operazione. Ora l’azienda si appresta a fare il suo debutto nel mondo degli hardcore gamer, con lo sviluppo del primo gioco per PC.

Ad occuparsene è il team Amazon Game Studios, già al lavoro negli ultimi anni su titoli destinati ai dispositivi mobile, ovvero smartphone e tablet. Ora che si fa sul serio, la squadra spalanca le sue porte ad alcuni dei migliori talenti del mercato, chiamandoli a sé tramite alcune inserzioni pubblicate nei giorni scorsi su LinkedIn. I ruoli da ricoprire sono UI/UX Designer, Combat Designer, Level Designer, Sr. Level Designer, Sr. Tools Engineer, Tools Engineer e Sr. Gameplay Engineer. A condividere agli annunci è stata Kim Swift, attraverso il proprio account Twitter.

Il mio team di Amazon Game Studios sta assumendo a gran ritmo e stiamo reclutando il meglio del meglio per creare un nuovo gioco PC basato sulla più recente tecnologia. Il nostro team di Seattle ci ha già lavorato molto.

Il nome potrebbe non suggerire nulla, ma Kim Swift è una ex dipendente Valve già al lavoro su Portal, poi passata alla software house Airtight Games e infine approdata in Amazon lo scorso anno. Fanno parte del team anche programmatori e designer che hanno fatto esperienza su progetti importanti come Left for Dead, Half Life 2, Dota 2, World of Warcraft, Halo, Infamous e Shadows of Mordor. Al momento non sono trapelate informazioni sulla natura del titolo, ma con l’evento E3 2015 alle porte non è da escludere l’ipotesi di poterne sapere di più a breve.

Fonte: LinkedIn • Via: USA Today • Notizie su: