QR code per la pagina originale

Una WWDC all’insegna delle donne

Una WWDC 2015 all'insegna delle donne: è quanto conferma Tim Cook in un intervista per Mashable, dove elogia l'eterogeneità nei gruppi di lavoro.

,

Mancano pochissime ore all’inizio della WWDC 2015, con il tradizionale evento Apple in programma per le 19 di questa sera, fuso naturalmente italiano. Tra le indiscrezioni su iOS 9, OS X 10.11 e Apple Music, emerge un ulteriore rumor: l’edizione di quest’anno sarà all’insegna delle donne. È Tim Cook a confermarlo, in un’intervista per Mashable.

Condotta a poco meno di 24 ore dall’evento e pubblicata ieri dalla testata statunitense, l’occasione per l’intervista è stato l’avvio dei lavori per il WWDC Scholarship Program, dove Tim Cook è apparso a sorpresa. Interrogato sulla carenza di donne sul palco della WWDC, il CEO di Apple ha così ha risposto:

Vedrete un cambiamento domani.

Da tempo Apple è impegnata in programmi di formazione e inclusione lavorativa delle donne nell’universo degli sviluppatori e, sebbene le cifre siano ancora sbilanciate sul fronte maschile, si notano di anno in anno interessanti crescite. Inoltre, nell’ultimo anno è parso evidente come per le strategie di Apple la presenza femminile sia fondamentale, basti notare lo slancio che Angela Ahrendts ha portato all’azienda, con un’iniezione di linfa vitale al settore retail e alla vendita di Apple Watch.

Il leader di Apple ha voluto sottolineare come la diversità sia «il futuro della nostra compagnia», poiché gruppi di lavoratori il più possibile eterogenei permettono di ottenere prodotti sempre migliori e più attenti alle necessità di ogni tipologia di consumatore.

Credo che i gruppi più eterogenei possano produrre i migliori prodotti. Lo credo fermamente. Apple è una compagnia migliore grazie alla diversità.

L’impegno di Apple per l’inclusione di ogni tipologia di lavoratore si è trasformata negli anni in una lunga serie di iniziative, concentrate non solo sul genere, ma anche su orientamento sessuale ed etnia. Ad esempio, l’azienda ha esteso i suoi programmi di orientamento e tutoring scolastico alla National Society of Black Engineers, all’App Camp for Girl e La TechLa. Non ultimo, la società si è schierata apertamente più volte per il riconoscimento nazionale dei diritti della comunità LGBT, mentre sul fronte software ha condotto l’iniziativa per introdurre emoji etniche nello standard internazionale Unicode.

Non resta quindi che attendere l’evento di questa sera, a partire dalle 17 del fuso italiano e in diretta streaming anche sul sito ufficiale dell’azienda.