QR code per la pagina originale

Twitter semplifica il blocco degli account molesti

Twitter consente adesso di esportare le liste degli account molesti e di condividerle con gli altri iscritti per aiutarli a bloccare gli account abusivi

,

Twitter vuole fermare a tutti i costi gli account molesti all’interno della piattaforma e proprio per questo ha implementato una nuova funzionalità che aiuterà tutti gli utenti a proteggersi dagli account sospetti. Tutti gli utenti potranno, adesso, condividere le liste dei loro contatti bloccati con tutti gli iscritti al social network. Per esportare la lista dei contatti bloccati o per importare la lista di un altro iscritto, gli utenti dovranno solamente recarsi nel menu delle impostazioni del loro account su twitter.com e li dirigersi su “Account Bloccati“. All’interno di questo menu sarà presente l’opzione “Impostazioni Avanzate” che consentirà di esportare o di importare liste di contatti bloccati.

Trattasi di una nuova funzionalità particolarmente utile per tutti gli iscritti al social network che avranno così la possibilità di proteggersi più facilmente da tutti quelli account sospetti che interagiscono all’interno della piattaforma solo per infastidire gli altri utenti. Grazie a questo nuovo strumento, gli utenti che già hanno subito molestie all’interno di Twitter da parte di altri iscritti potranno così facilmente condividere con tutti gli altri gli account che hanno generato le molestie. Uno strumento facile ma decisamente molto efficace che potrebbe davvero aiutare a mettere nell’angolo tutti quegli account che nel tempo si sono resi protagonisti in negativo all’interno della piattaforma.

Twitter, importare ed esportare liste di contatti bloccati

Twitter, importare ed esportare liste di contatti bloccati (immagine: Twitter).

Twitter, del resto, ha da tempo dichiarato guerra contro questo genere di spam all’interno del social network. A dicembre, per esempio, aveva reso più semplice per gli iscritti segnalare i contenuti offensivi ed aveva rinnovato gli strumenti atti a bloccare gli account molesti. Inoltre, ad aprile aveva dato potere al suo team di assistenza di bloccare temporaneamente gli account indisciplinati.

Fonte: Twitter • Immagine: The Examiner • Notizie su: ,