QR code per la pagina originale

Chromecast senza Wifi? Presto sarà possibile

Google ha lanciato un adattatore ethernet con cui sfruttare Chromecast anche laddove la rete Wifi non è raggiungibile: potrebbe presto arrivare in Italia.

,

Google ha lanciato un nuovo accessorio per Chromecast che fa compiere un passo indietro al device rispetto alla versione d’esordio, il tutto per consentire ad una particolare fetta di utenza di poter fruire del servizio di Mountain View. La nuova estensione, in particolare, permette di fare a meno della connettività Wifi per consentire di sfruttare Chromecast anche laddove la rete wireless non può arrivare (case prive di router Wifi, scantinati ove la copertura non può arrivare, eccetera).

Google Chromecast Ethernet Adapter, insomma, sostituisce il wireless al cavo trasformando la chiavetta HDMI in qualcosa di nuovo e di ulteriore, utilizzabile in un maggior numero di contesti e tale da liberare ancor di più le scelte dell’utente all’interno del proprio ambiente domestico.

Speciale: Google Chromecast

Chromecast ha avuto un forte successo per il basso prezzo di distribuzione, la grande facilità d’uso, le piccole dimensioni e la grande utilità che racchiude. Di fatto possedere Chromecast significa possedere una smart tv, poiché una semplice chiavetta è in grado di trasformare la televisione che si utilizza aggiungendovi tutte le funzionalità che Google ha previsto per l’intrattenimento in salotto. Il nuovo accessorio, non a caso, è andato a ruba.

Comparso originariamente solo per il mercato statunitense, la release ha registrato immediato sold-out facendo appena in tempo a raggiungere l’onore delle cronache.

Il Google Chromecast Ethernet Adapter prevede la possibilità di un collegamento alla rete con cavo ethernet, mentre il collegamento con Chromecast avviene tramite USB. Prevede un cavetto di alimentazione aggiuntivo, non avendo altre fonti attive per l’accensione. Per poter sfruttare Chromecast senza avere a disposizione una rete Wifi è sufficiente una spesa aggiuntiva di 15 dollari (il che rende pertanto sconveniente un investimento in ponti Wifi qualora fosse possibile far passare un cavo in grado di portare la rete LAN fino al locale individuato).

Sebbene al momento la distribuzione sia stata limitata ai soli USA, l’esordio sembra essere stato più che altro una prova di mercato senza i numeri necessari per coprire l’intera domanda. Dato il forte successo riscontrato è ipotizzabile una solerte estensione della produzione prima e dei mercati coinvolti poi. Arrivando così entro pochi mesi anche in Europa ed in Italia, ove Chromecast è ormai un nome conosciuto ed apprezzato. Non a caso la pagina italiana relativa all’adattatore sembra già essere predisposta, ma ancora campeggia un “non disponibile nel tuo paese” che chiude le porte oggi per aprirle in prospettiva nel prossimo futuro.