QR code per la pagina originale

Windows 10, come effettuare l’upgrade da Windows 7

Gli utenti Windows 7, per poter effettuare l'aggiornamento a Windows 10, devono verificare alcuni dettagli del PC come la presenza del Service Pack 1

,

Il rilascio di Windows 10 si sta avvicinando velocemente e per molti è il momento di cominciare a pensare l’aggiornamento. Microsoft ha fatto di tutto per rendere indolore la migrazione ma per gli utenti meno esperti questa procedura potrebbe comunque preoccupare un po’. Per tutti coloro che effettueranno l’aggiornamento da un PC Windows 7, i passaggi da espletare sono pochi e molto semplici, tuttavia è bene tenerli a mente.

Come noto, Microsoft offrirà per il primo anno gratuitamente l’upgrade a Windows 10 per tutti coloro che sono oggi in possesso di un PC Windows 7, ma per poter scaricare ed installare il nuovo sistema operativo è importante che Windows 7 sia aggiornato al Service Pack 1. In caso contrario, l’upgrade non potrà essere fatto. Per verificare se il proprio PC Windows 7 disponga del Service Pack 1, gli utenti dovranno aprire il comando Esegui con la combinazione di tasti Windows + R e digitare “winver” (senza apici). Il risultato dovrebbe essere “Versione 6.1 (Build 7601: Service Pack 1)“.

In caso contrario, l’esortazione è quella di aprire Windows Update e di scaricare immediatamente il Service Pack 1. Opzionalmente, questo pacchetto aggiornamento può essere scaricato ed installato manualmente ma trattasi di un’operazione consigliata solo ai più esperti. Dopo che il Service Pack 1 è stato scaricato e così pure tutti gli ulteriori aggiornamenti mancati, gli utenti dovranno verificare che Windows Update sia configurato per ricevere gli aggiornamenti automaticamente.

A questo punto, il suggerimento è quello di prenotare la copia aggiornamento di Windows 10 attraverso l’icona a forma di logo di Windows che sarà comparsa sulla destra della barra delle applicazioni. Questa mini app, oltre a configurare il PC per ricevere Windows 10 automaticamente, comunicherà agli utenti se il PC è compatibile con il nuovo sistema operativo.

Conclusi questi passaggi agli utenti non rimarrà che aspettare la distribuzione del nuovo sistema operativo. Si ricorda, infatti, che il 29 luglio Microsoft rilascerà Windows 10 inizialmente per gli utenti iscritti al programma Windows Insider e poi successivamente, ad ondate, a tutti coloro che hanno prenotato la copia aggiornamento o che hanno comprato un nuovo PC.

Questo significa che non tutti riceveranno Windows 10 il 29 luglio. In ogni caso, quando l’aggiornamento sarà pronto per l’installazione, il PC lo notificherà immediatamente all’utente.