QR code per la pagina originale

Ford sfida i developer in un gioco

Ford annuncia la Smart Mobility Game Challenge per stimolare gli sviluppatori di videogiochi ad applicare la gamification alla mobilità.

,

«I videogiochi garantiscono livelli di coinvolgimento che altri media non riescono a raggiungere. Grazie a queste qualità, la Smart Mobility Game Challenge aiuterà a migliorare l’esperienza di trasporto durante i propri spostamenti»: è tutto in questa frase di Ken Washington, Vice Presidente Ricerca e Ingegneria Avanzata di Ford, il succo di un’iniziativa con la quale l’Ovale Blu unisce mobilità e videogiochi nella stessa prospettiva. La Smart Mobility Game Challenge è infatti una sfida che Ford lancia al mondo degli sviluppatori, con particolare riferimento al mondo del gaming, per fare in modo che proprio da questo ambito possa giungere la creatività e l’energia positiva che il gruppo sta cercando per passare al livello successivo.

Ford se ne dice persuasa: la chiave è nella gamification. Grazie alla gamification, infatti, è possibile migliorare l’impatto delle persone con la feroce innovazione che sta travolgendo il settore. L’Ovale Blu, che ha ormai decine di esperimenti attivi in tutto il mondo, intende passare anche tramite i videogiochi per individuare le migliori modalità con cui traghettare il mercato da un passato secolarizzato ad un futuro ancora tutto da inventare e interpretare. Che la mobilità stia diventando sempre più intelligente, connessa e sostenibile è infatti un dato acclarato ed una previsione semplice da sviluppare, ma le modalità con cui il tutto avrà luogo sono invece molto meno immediate da immaginare.

La gamification come strumento di problem solving viene già utilizzata, per esempio, nella ricerca di una cura per l’AIDS, per lo studio dei tumori, o per incentivare l’efficienza energetica e le buone pratiche ambientali.

Ford Smart Mobility Game Challenge

Il gioco può avere una chiave importante: Ford ha voluto così tendere la mano agli sviluppatori, coloro i quali meglio di ogni altro conoscono le leve del gaming per catturare l’attenzione e l’emotività degli utenti, per immaginare un futuro della mobilità visto attraverso la lente della gamification.

La presentazione del contest è avvenuta alla Gamescom di Colonia, città nella quale si incrociano così due importanti direttrici del mondo Ford: Colonia, punto di approdo del prossimo StartupBus 2015 che vedrà Ford Italia impegnato con il bus tricolore, è anche il luogo in cui la stessa Ford suggerisce agli sviluppatori una grandissima opportunità. L’obiettivo è quello di trovare il punto di incontro ideale tra chi sviluppa e chi fruisce, con Ford in posizione strategica per presentare gli uni agli altri: la mobilità del futuro, sulla quale il gruppo sta concentrando le proprie risorse, è il campo di applicazione ideale per sviluppare nuovo valore da mettere a disposizione della collettività.

La chiamata alle armi ha un mandato preciso: «Ford invita gli sviluppatori a creare un ambiente di gioco che prenda in considerazione elementi come il trasporto intermodale, i tragitti casa-lavoro e il traffico«. L’obiettivo, spiega il gruppo, è quello di «identificare modalità attraverso la quale integrare i componenti stressanti della mobilità contemporanea con elementi come sfide ludiche, obiettivi, premi e riconoscimenti incrementando allo stesso tempo la qualità della vita, il comfort e l’efficienza».

Un panel di esperti selezionerà i 5 finalisti, uno dei quali riceverà un premio di 10 mila euro e sarà invitato a presentare il proprio progetto in occasione del Mobile World Congress 2016 di Barcellona.

La Smart Mobility Game Challenge è stata ideata per stimolare la creatività all’interno della “gaming community” e sviluppare approcci innovativi per l’analisi della mobilità globale. Applicare le componenti ludiche alla pianificazione dei trasporti, per esempio, può migliorare l’esperienza di tutti i giorni e aiutare a comprendere in che modo il comportamento delle persone può evolversi assieme all’infrastruttura dei trasporti.

Ken Washington, Vice Presidente Ricerca e Ingegneria Avanzata, di Ford

Per partecipare al Ford Smart Mobility Game Challenge occorre iscriversi sull’apposito sito entro il 1 ottobre 2015.

Un occhiolino allo StartupBus

I ragazzi che salgono sullo StartupBus 2015 hanno un obiettivo: esprimere le proprie capacità imprenditoriali e di sviluppo attraverso un percorso che deve portarli a maturare un’idea innovativa nel giro di pochi giorni e molti chilometri: un viaggio nel quale le buone idee devono venire a galla e formarsi all’interno di team improvvisati, i quali hanno a disposizione una occasione importante per il proprio futuro. Per sfruttare al meglio tale occasione, i team dovranno dimostrare di aver identificato una importante opportunità di mercato alla quale offrire una risposta: questo è quel che la giuria di Colonia, e gli investitori, cercano.

L’invito di Ford allo StartupBus è pertanto indiretto ma importante: l’opportunità che nasce attorno alla gamification è tale per cui il mercato non potrà fare a meno di ignorare eventuali proposte innovative in tal senso. A partire dal viaggio sul bus, fino alla partecipazione al contest annunciato al Gamescom, Ford mette a disposizione importanti riconoscimenti pur di attirare i migliori talenti in grado di interpretare al meglio l’idea del gioco applicata alla mobilità del futuro.

Chi ha orecchie per intendere, ci sta già pensando.