QR code per la pagina originale

Windows 95, il menu Start compie 20 anni

Esattamente 20 anni fa arrivava sul mercato Windows 95 con il suo pulsante Start, ripristinato in Windows 10 dopo lo scarso successo di Windows 8.

,

Il 24 agosto di 20 anni fa, Microsoft lanciava ufficialmente Windows 95. Il sistema operativo integrava numerosi miglioramenti rispetto al suo predecessore Windows 3.1, il più importante dei quali è senza dubbio il menu Start, presente ancora oggi in Windows 10, anche se con estetica e funzionalità differenti. Per evidenziare la novità, l’azienda di Redmond scelse la canzone Start Me Up dei Rolling Stones per la campagna pubblicitaria.

Windows 95 rappresenta una pietra miliare tra i sistemi operativi Microsoft per diversi motivi. Innanzitutto ha unificato Windows e MS-DOS, fino ad allora disponibili come due software separati. Era comunque possibile avviare direttamente l’ambiente MS-DOS, senza caricare l’interfaccia grafica. Windows 95 ha segnato inoltre il passaggio dall’architettura a 16 bit all’architettura a 32 bit preemptive multitasked. Altre novità sono il supporto per i nomi lunghi dei file, il plug & play e i servizi online MSN (Microsoft Network).

Ma il sistema operativo verrà ricordato soprattutto per la nuova interfaccia utente che ha semplificato l’esecuzione di diverse operazioni. All’avvio, l’utente vedeva subito la principale novità nella finestra di benvenuto che conteneva il seguente suggerimento:

Per aprire un programma devi solo cliccare il pulsante Start e quindi cliccare l’icona del programma.

Il pulsante Start, presente nell’angolo sinistro della barra delle applicazioni, consentiva di accedere al menu Start in cui erano elencati i vari componenti di Windows 95, organizzati in sotto-menu e collegamenti. Internet Explorer 1.0 era disponibile solo mediante un pacchetto separato (Plus!). La successiva versione 2.0, invece, è stata inclusa nel Service Pack 1 (OSR1). Grazie all’introduzione delle Direct X, Windows 95 diventò presto la piattaforma da gioco preferita dagli utenti.

Dopo lo “sfortunato” Windows 8 e la sostituzione del menu Start con lo Start screen, Microsoft è tornata alle origini con Windows 10, pronipote del sistema operativo che ha sicuramente contribuito alla diffusione dei PC in tutto il mondo.

Notizie su: ,