QR code per la pagina originale

Google in aiuto di rifugiati e migranti

Il gruppo di Mountain View è in prima linea per fornire un aiuto concreto nell'emergenza in cui versano decine di migliaia di rifugiati e migranti.

,

L’Europa, il Medio Oriente e il Nord Africa stanno affrontando l’emergenza dei migranti e dei rifugiati, la più grande crisi umanitaria globale dalla Seconda Guerra Mondiale. Google ha donato un milione di euro alle organizzazioni che si occupano di aiuti umanitari in prima linea. Oggi ti invitiamo a unirti a noi e a fare la tua donazione.

Tutti ne parlano, pochi si mettono all’opera per fornire un aiuto concreto a chi ne ha bisogno. Google rientra in quest’ultima categoria, come dimostra la nuova campagna di raccolta fondi online, messa in campo con l’obiettivo di far fronte all’emergenza che sta mettendo in serio pericolo la vita di rifugiati e migranti, anche nel nostro paese.

Valore corrisposto 1:1

L’invito di bigG è rivolto a tutti: si chiede di offrire un contributo, da 5 a 200 dollari, che verrà poi raddoppiato dall’azienda stessa. In altre parole, inviando 25 euro il gruppo di Mountain View ne aggiungerà altri 25, così da arrivare più rapidamente all’obiettivo fissato in 10 milioni di euro. Effettuare una donazione è davvero semplice: bastano pochi secondi, direttamente dal sito ufficiale dell’iniziativa, partendo con un click sul pulsante “Dona”. Non ci sono spese di commissione di alcun tipo e tutto il denaro raccolto sarà interamente destinato alle organizzazioni scelte da Google, attraverso Network for Good.

Per raddoppiare l’impatto di questo contributo, Google devolverà un valore pari alla tua offerta per i primi cinque milioni di euro in donazioni, fino a raccogliere dieci milioni di euro da destinare agli aiuti umanitari. La tua donazione verrà trasmessa direttamente a Network for Good, che poi la distribuirà a quattro organizzazioni non profit impegnate nell’aiuto di rifugiati e migranti.

I fondi saranno impiegati innanzitutto per garantire un primo soccorso a chi fugge da zone disastrate o assoggettate dai conflitti, quindi cibo, acqua, cure e riparo. Uno sforzo non certo destinato a risolvere l’emergenza (per quello servirebbe l’impegno congiunto di tutti i paesi coinvolti), ma potenzialmente in grado di salvare vite umane e di dare dignità a persone costrette a fuggire da situazioni disastrate.

Queste organizzazioni non profit si stanno mobilitando per fornire primo soccorso (riparo, cibo, acqua e cure mediche) per tutelare la sicurezza e i diritti delle persone bisognose. Google coprirà tutte le spese di gestione in modo che il 100% della tua donazione sia destinata ai casi di massima necessità.

I destinatari delle donazioni

Come già detto, sono quattro le quattro organizzazioni che potranno beneficiare delle donazioni effettuati per offrire aiuto e soccorso a rifugiati e migranti. Eccole,

  • Medici Senza Frontiere: l’associazione offre ai rifugiati ogni sorta di cura, dal sostegno psicologico ai beni di prima necessità, inoltre si occupa dell’allestimento di strutture sanitarie presso i campi profughi, aiuta le donne a partorire in sicurezza e mette a disposizione acqua pulita potabile.
  • Comitato Internazionale di Soccorso: l’organizzazione fornisce aiuti umanitari ai rifugiati che approdano sulle coste della Grecia, nonché in Afghanistan, Siria e paesi limitrofi, inoltre ogni anno si occupa del reinsediamento di migliaia di rifugiati negli Stati Uniti.
  • Save the Children: si impegna per la sicurezza dei bambini, fornisce alimenti, alloggi temporanei e beni di conforto per assicurare il benessere delle famiglie.
  • Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati: l’organizzazione fornisce ai siriani rifugiati assistenza di prima necessità, come protezione, rifugio, cibo, acqua e medicinali, inoltre allestisce centri di accoglienza i rifugiati possono registrarsi.
I destinatari delle donazioni raccolte da Google

I destinatari delle donazioni raccolte da Google

Maggiori informazioni possono essere consultate sul sito dell’iniziativa.