QR code per la pagina originale

Google Play ora accetta file APK fino a 100 MB

Il limite massimo per la dimensione dei file APK caricati dagli sviluppatori sulla piattaforma Play Store di Google sale ufficialmente da 50 a 100 MB.

,

Sono giorni di importanti novità in casa Google. Quella che arriva da Play Store non riguarda però gli utenti, almeno non direttamente, ma innanzitutto chi sviluppa. Il gruppo di Mountain View annuncia di aver innalzato (raddoppiato) il limite massimo nella dimensione dei file APK delle applicazioni da caricare, da 50 a 100 MB. Sopra questa quota, all’atto del download, verrà mostrato un messaggio sul display del dispositivo, che avvisa del peso considerevole che si sta per scaricare.

Questo permetterà agli sviluppatori di includere ad esempio tutti i file necessari per offrire un comparto grafico ad alta definizione nel caso di un gioco, oppure di non scendere a compromessi in termini di funzionalità se si tratta di un servizio. Google invita comunque la community di developer a tenere in considerazione che si ha pur sempre a che fare con dispositivi mobile come smartphone e tablet, dunque è bene non eccedere troppo a beneficio dell’utente finale, che altrimenti rischierebbe di sprecare il traffico dati in mobilità messo a disposizione dal proprio operatore. A tal proposito, si segnala comunque che è possibile attivare l’opzione “Aggiornamento automatico app solo tramite WiFi”.

Google Play aumenta il limite dei file APK a 100 MB, dai precedenti 50 MB.

Sono naturalmente escluse da questa variazione tutte quelle applicazioni, soprattutto giochi, che richiedono inizialmente l’installazione di un file APK dalle dimensioni contenute, per poi invece imporre il download di un volume considerevole di dati, talvolta anche superiore ad 1 GB. Una possibilità introdotta da bigG nel 2012, con i cosiddetti “expansion files”, dei veri e propri pacchetti d’espansione (al massimo due) grandi fino a 2 GB ciascuno in cui gli sviluppatori possono inserire texture, mappe, audio, video e tutto ciò che non ha trovato spazio all’interno dell’APK installato inizialmente.

Fonte: Android Developers Blog • Notizie su: