QR code per la pagina originale

OS X El Capitan: prepararsi all’aggiornamento

OS X El Capitan sarà disponibile dalle 19 di questa sera: ecco tutti i consigli per prepararsi all'aggiornamento dei propri desktop e laptop.

,

Giornata di novità per i tanti possessori di un Mac: come già annunciato da Apple ieri, a partire dalle 19 sarà disponibile OS X El Capitan, il nuovo sistema operativo. Come prepararsi all’upgrade, tuttavia, e quali sono i dispositivi compatibili?

Come ormai già ben noto, OS X El Capitan si propone di migliorare la già buona esperienza d’uso di OS X Yosemite, introducendo alcune novità come una ricerca Spotlight più intelligente, la modalità split-screen a pieno schermo, un Mission Control più mirato e molto altro ancora. Tra le feature di punta, l’abilitazione di Metal su desktop e laptop più recenti, per migliorare le prestazioni anche del 50%. La tecnologia, infatti, riduce i colli di bottiglia tra hardware e software, sfruttando al meglio le peculiarità di GPU e CPU.

L’aggiornamento sarà disponibile dalle 19 di questa sera su Mac App Store: avviato il download di circa 6 GB, che potrebbe richiedere un tempo variabile a seconda della propria velocità di connessione, sarà sufficiente seguire le istruzioni a schermo per l’installazione. Ma come prepararsi adeguatamente?

Preparazione e compatibilità

Di norma, gli aggiornamenti alle nuove versioni di OS X non comportano particolari problemi: l’upgrade è progettato affinché l’utente ritrovi, a seguito della procedura, tutti i suoi file e le applicazioni così come sono state lasciate. Non bisogna, tuttavia, affidarsi unicamente al caso, perché remoti problemi potrebbero sempre essere dietro l’angolo.

Il primo consiglio, perciò, è quello di effettuare un backup di tutti i propri file, sia affidandosi a una procedura manuale su disco esterno, che sfruttando le comode funzioni integrate di Time Machine. Inoltre, utile sarà verificare lo spazio disponibile su disco: El Capitan ha bisogno di circa 8 GB liberi, poiché durante l’installazione ha bisogno di alcuni GB per ospitare dei file temporanei, di conseguenza è ideale effettuare una pulizia dell’hard disk prima di cominciare.

A questo punto, è bene vagliare la quantità di RAM installata. OS X El Capitan richiede almeno 2 GB di RAM e, in caso non fosse sufficiente, avvertirà l’utente con un apposito messaggio a schermo. L’ideale, tuttavia, sarebbe disporre di almeno 4 GB. Per verificare la quantità installata, è sufficiente scegliere la voce “Informazioni su questo Mac” dal menu Mela.

Infine, prima di recarsi su Mac App Store, è bene verificare la compatibilità. El Capital sarà disponibile su tutti i Mac che già supportano OS X Yosemite, quindi come segue:

  • iMac prodotti dalla metà del 2007 o superiori;
  • MacBook Air di fine 2008 e successivi;
  • MacBook Aluminium Unibody di fine 2008 e successivi;
  • MacBook White di inizio 2009 e successivi;
  • Mac Mini di inizio 2009 e superiori;
  • MacBook Pro dalla metà del 2007 e superiori;
  • Mac Pro di inizio 2008 e successivi;
  • Xserve di inizio 2009.

Come già anticipato, le funzioni Metal sembra non saranno disponibili per tutti i dispositivi elencati, bensì per i modelli dal 2012 in poi, almeno secondo quanto rivelato da alcuni developer sui social network.

Galleria di immagini: OS X El Capitan: le foto