QR code per la pagina originale

Android 6.0 Marshmallow: online le factory image

Google ha pubblicato sul sito ufficiale dedicato agli sviluppatori le factory image del sistema operativo Android 6.0 Marshmallow per i Nexus più recenti.

,

Come promesso in occasione dell’evento andato in scena il 29 settembre, Google ha pubblicato nella serata di ieri le factory image del sistema operativo Android 6.0 Marshmallow. Per gli interessati, il download è già attivo dalle pagine del sito dedicato agli sviluppatori e riguarda i dispositivi Nexus 5, Nexus 6, Nexus 7 (2013), Nexus 9 e Nexus Player. La build è identificata con il nome in codice MRA58K (6.0.0).

Non è dato a sapere quando sarà avviato il rilascio degli aggiornamenti OTA (over-the-air) per i singoli dispositivi, ma considerando quanto avvenuto in passato potrebbero essere necessari alcuni giorni o addirittura settimane affinché l’update possa raggiungere tutti. Chi desidera installare le factory image fin da subito lo deve fare per forza di cose manualmente, ricorrendo al metodo tradizionale per il flash delle ROM. I meno esperti possono invece continuare ad usare Lollipop, pazientare e attendere di veder comparire sul display del proprio smartphone o tablet (televisore nel caso del Nexus Player) una notifica che avvisa della disponibilità.

Le novità introdotte dall’aggiornamento del sistema operativo riguardano innanzitutto il comparto software e le prestazioni, piuttosto che l’interfaccia. Agli utenti è affidata una migliore gestione delle autorizzazioni assegnate alle app, la modalità Doze assicura una più longeva durata della batteria (soprattutto durante la fase di standby) e migliorano feature come il copia-incolla, la visualizzazione delle notifiche heads-up, il supporto ai comandi vocali nella schermata di blocco e il launcher già visto in azione con un update delle ultime settimane. L’arrivo di Marshmallow segna anche il debutto ufficiale della tecnologia Now on Tap che permette di ottenere velocemente informazioni in base al contesto in cui ci si trova, con un semplice tocco prolungato sul pulsante Home. È dunque giunto il momento di mettere alla prova il lavoro svolto dal team di bigG sulla nuova evoluzione dell’ecosistema Android.

Fonte: Google Developers • Notizie su: