QR code per la pagina originale

MacBook: sostituzioni per l’antiriflesso difettoso

Apple avvia un Quality Program interno per la sostituzione della pellicola antiriflesso difettosa rilevata su alcuni MacBook e MacBook Pro.

,

Apple potrebbe presto sostituire il vano schermo di alcuni MacBook con protezione antiriflesso difettosa. È quanto si apprende dalle testate statunitensi, con la pubblicazione di una nota interna che il gruppo di Cupertino avrebbe trasmesso ai negozi. A quanto pare, la società avrebbe lanciato un nuovo Quality Program per provvedere alla riparazione dei MacBook e MacBook Pro affetti dal distacco, totale o parziale, della pellicola antiriflesso dello schermo, in risposta a diverse segnalazioni apparse sul forum ufficiale nell’ultimo anno.

La questione è nota dalla scorsa primavera, quando diverse testate statunitensi, tra cui MacRumors, hanno portato alla luce le segnalazioni di alcuni utenti di MacBook e MacBook Pro. Secondo quanto riportato, con tanto di fotografie, alcuni modelli di laptop hanno subito il distacco immotivato di porzioni importanti della pellicola antiriflesso, forse dovuto allo sfregamento dei tasti sul display quando il device è chiuso. Stando a quanto rivelato nelle ultime ore, Apple si sarebbe resa disponibile alla riparazione gratuita di tutti i modelli affetti, entro tre anni dalla data d’acquisto originale o, in alternativa, dopo un anno dal termine della garanzia se l’acquisto è successivo al 16 ottobre 2015.

Per accedere al programma di sostituzione, sarà probabilmente necessario recarsi in Apple Store e chiedere supporto agli addetti del Genius Bar o, in alternativa, scegliere un rivenditore autorizzato. Gli esperti valuteranno quindi se il danno non sia imputabile all’utente, confermando poi la sostituzione gratuita. MacRumors spiega come il nuovo Quality Program non sia al momento pubblicizzato sul sito ufficiale della mela morsicata, ma gli utenti potranno accedervi contattando direttamente l’azienda, qualora non siano già stati avvisati dalla stessa Apple.

La questione del rivestimento antiriflesso, rapidamente ribattezzata “StainGate” sui social network, ha visto coinvolti diversi acquirenti di MacBook e MacBook Pro, tanto da spingere gli utenti all’apertura di una petizione su Change.org. Normalmente la società di Cupertino è attenta a questa segnalazioni e, negli anni, ha predisposto diverse iniziative per la sostituzione o la riparazione gratuita di dispositivi affetti da varie problematiche.