QR code per la pagina originale

Pioneer XDP-100R: un lettore Android per audiofili

Un lettore musicale compatibile con i formati lossless e basato su Android: è il nuovo Pioneer XDP-100R, in arrivo sul mercato giapponese a novembre.

,

Un lettore multimediale basato su Android (non è dato a sapere quale versione del sistema operativo), progettato per soddisfare le esigenze più avanzate in termini di qualità dell’audio riprodotto. È il nuovo Pioneer XDP-100R, annunciato dal gruppo giapponese e disponibile in due colorazioni differenti.

La scheda tecnica è stata svelata solo in parte: da quanto comunicato il display ha una diagonale pari a 4,7 pollici, una risoluzione di 720p (1280×720 pixel) e sono inclusi 32 GB di memoria per lo storage delle canzoni. Lo spazio può però essere esteso mediante i due slot microSD integrati, ognuno dei quali in grado di ospitare schede da un massimo di 128 GB. È garantito ovviamente il pieno supporto a tutti i formati audio più diffusi e utilizzati, compresi quelli lossless (DSD, DSF, DSD-IFF, MQA, FLAC, ALAC, WAV, AIFF, OGG Vorbis, MP3 e AAC). Da notare le dimensioni della scocca, pari a 128,9×75,9×13 mm: uno spessore tutt’altro che contenuto, circa il doppio rispetto a quello di un tradizionale smartphone.

Pioneer XDP-100R

Pioneer XDP-100R (immagine: Pioneer).

Pioneer XDP-100R (che al suo interno ospita due schede, una per le componenti hardware e l’altra per i circuiti audio, così da ridurre i disturbi in uscita) sarà in vendita sul territorio giapponese a partire dal mese di novembre, con un prezzo di lancio fissato in circa 500 dollari (440 euro al cambio attuale). Al momento non è dato a sapere se l’azienda ha intenzione di commercializzare il dispositivo anche in Europa, in un secondo momento. L’impiego di Android in un prodotto di questo tipo testimonia per l’ennesima volta la versatilità della piattaforma mobile di Google, solitamente impiegata all’interno di smartphone e tablet, ma in grado di adattarsi agevolmente anche a tipologie di device come set-top box, lettori multimediali o addirittura console videoludiche.