QR code per la pagina originale

I podcast in arrivo su Google Play Musica

Google ha annunciato il prossimo arrivo di una nuova sezione interamente dedicata all'ascolto dei podcast sulla piattaforma di streaming Play Musica.

,

La piattaforma Google Play Musica si sta per arricchire di un’interessante novità: i podcast. Un’aggiunta che contribuirà a rendere il servizio ancora più completo, attirando nuovi utenti ed evitando l’esodo di quelli già iscritti verso i lidi della concorrenza. Il debutto è previsto per i prossimi mesi, con il gruppo di Mountain View che fin da ora invita i creatori di contenuti (negli Stati Uniti) a caricare le proprie trasmissioni attraverso un apposito portale.

Il sistema sarà in grado di consigliare agli ascoltatori il programma giusto da riprodurre in base al momento della giornata, all’umore e alle preferenze personali, un po’ come già avviene con le playlist musicali. Questo l’elenco dei primi partner e network che hanno aderito all’iniziativa, mettendo i propri podcast disponibili per lo streaming fin dal momento del lancio: 5by5, Dan Carlin, Dave Ramsey, Earwolf, Feral Audio, Gimlet Media, HBO, Head Gum, HowStuffWorks, Loud Speakers Network, Nerdist / Legendary, Public Radio International, Radiotopia / PRX, Sideshow Network, Slate / Panoply, StarTalk Radio, This Week in Tech e Tim Ferriss.

Google annuncia l'arrivo dei podcast sulla piattaforma di streaming Play Musica

Google annuncia l’arrivo dei podcast sulla piattaforma di streaming Play Musica

Sebbene il post comparso sul blog ufficiale non ne faccia menzione, è lecito attendersi che la funzionalità verrà messa a disposizione esclusivamente di coloro che hanno sottoscritto un abbonamento alla formula Unlimited. Questa, va ricordato, a fronte di un esborso economico pari a 9,99 dollari al mese, consente anche l’accesso ai video di YouTube Red (al debutto proprio oggi negli USA) senza alcuna interruzione pubblicitaria.

Si tratta dunque dell’ennesima iniziativa messa in campo da bigG nel tentativo di diventare sempre più protagonista nell’ambito dell’intrattenimento multimediale, puntando soprattutto sulla profonda integrazione del servizio con gli smartphone e i tablet basati su Android, piattaforma che oggi ricopre oltre l’80% del mercato a livello globale.