QR code per la pagina originale

YouTube Red è disponibile negli Stati Uniti

Debutto ufficiale negli USA per YouTube Red, la formula di abbonamento premium che elimina ogni forma di inserzione pubblicitaria dal portale di streaming.

,

Per dieci anni, avete reso YouTube un posto incredibile, una community con oltre un miliardo di persone che offre a chiunque la possibilità di creare qualcosa che tutti possono vedere. La buona notizia è che questo non cambierà. La versione gratuita di YouTube, supportata dalla pubblicità, non andrà da nessuna parte.

Così Google apre il post sul proprio blog ufficiale che annuncia il debutto di YouTube Red. La formula, annunciata nelle scorse settimane, offre la possibilità di mettere mano al portafogli per eliminare qualsiasi forma di inserzione pubblicitaria dalla piattaforma, riducendo così i tempi di attesa per l’accesso ai filmati e azzerando le distrazioni dei banner. Il costo mensile dell’abbonamento è 9,99 dollari, con il lancio odierno che riguarda esclusivamente gli Stati Uniti.

A fronte di questa spesa vengono rese disponibili anche alcune funzionalità prettamente legate a smartphone e tablet, come la possibilità di scaricare i video per la visione in modalità offline e la riproduzione delle clip in background, ovvero mentre si eseguono altre applicazioni. Compresi nel prezzo anche l’accesso al catalogo Unlimited della piattaforma Google Play Musica, all’app Gaming lanciata di recente e a quella Music che arriverà presto. Il gruppo di Mountain View ci tiene inoltre a precisare che la maggior parte dei proventi derivanti dalla sottoscrizione degli abbonamenti a YouTube Red verrà devoluta ai creatori di contenuti, sostenendone dunque l’attività.

Gli utenti d’oltreoceano, a partire da oggi, possono iniziare il periodo di prova gratuita di 30 giorni, per poi decidere se mettere mano al portafogli e abbonarsi oppure tornare alla versione tradizionale di YouTube. Al momento non è dato a sapere quando avverrà il lancio nel resto del mondo, Europa compresa. Stando all’email inviata da Google agli utenti nei giorni scorsi, il debutto nel nostro paese non dovrebbe essere poi così lontano.

Fonte: YouTube Official Blog • Notizie su: ,