QR code per la pagina originale

I primi giochi mobile di Nintendo saranno gratuiti

I giochi sviluppati da DeNA per Nintendo, in arrivo dal prossimo anno su smartphone e tablet, saranno free-to-play, ovvero offerti in download gratuito.

,

Nintendo ha confermato da tempo la propria intenzione di investire nello sviluppo e nella distribuzione di alcuni giochi mobile, destinati dunque a smartphone e tablet (presumibilmente Android e iOS). Un cambio di rotta significativo per l’azienda nipponica rispetto al passato, dettato anche da un’accoglienza non troppo calorosa nei confronti della console Wii U. Per questo, il gruppo ha siglato una partnership con la software house DeNA, con l’obiettivo di lanciare cinque giochi entro il marzo 2017.

La prima app (poiché di videogame vero e proprio non si può parlare) ad essere distribuita sarà Miitomo, una sorta di servizio dedicato alla comunicazione che sfrutta i Mii degli utenti, con funzionalità in pieno stile social. La novità di oggi, riportata sulle pagine del Wall Street Journal, riguarda invece il fatto che la società sembra intenzionata a pubblicare i titoli successivi in download gratuito, ovvero con l’ormai classica formula free-to-play, la più redditizia per gli sviluppatori.

Con tutta probabilità sarà poi possibile sbloccare contenuti aggiuntivi o potenziamenti attraverso gli acquisti in-app, come avviene ormai per gran parte dei giochi di maggior successo in ambito mobile. A confermarlo è direttamente il CEO di DeNA, Isao Moriyasu, con la breve dichiarazione riportata di seguito.

I giochi previsti al momento sono tutti free-to-play.

Screenshot per Miitomo, la prima applicazione di Nintendo ad arrivare sui dispositivi mobile

Screenshot per Miitomo, la prima applicazione di Nintendo ad arrivare sui dispositivi mobile (immagine: Polygon).

L’interesse rivolto dal gruppo di Kyoto verso smartphone e tablet non si tradurrà comunque in un abbandono delle console tradizionali: da tempo si parla infatti del progetto Nintendo NX, piattaforma dedicata all’intrattenimento videoludico in ambito domestico che, almeno stando alle indiscrezioni finora circolate in Rete, sarà abbastanza potente da competere ad armi pari con la PlayStation 4 di Sony e con la Xbox One di Microsoft, dando così vita ad un nuovo capitolo nella console war.