QR code per la pagina originale

Google Play Musica 6.1: novità e download APK

Introdotte alcune nuove funzionalità nell'applicazione Google Play Musica sui dispositivi Android: tra queste anche la "Modalità offline automatica".

,

È tempo di aggiornamenti e novità per l’applicazione Google Play Musica su dispositivi Android: ha preso il via il rollout dell’update alla versione 6.1 (per la precisione 6.1.2112T.2415820), che introduce alcune interessanti feature inedite per il servizio di streaming targato bigG. La prima da segnalare è una riorganizzazione delle opzioni raccolte all’interno del menu Impostazioni, come visibile dal primo degli screenshot allegati di seguito.

L’analisi del codice condotta dalla redazione del sito Android Police svela anche l’arrivo del supporto alla formula di abbonamento Unlimited per le famiglie, anticipata a fine settembre: con una spesa pari a 14,99 dollari al mese (in Europa sarà probabilmente 14,99 euro) lo stesso account potrà essere sfruttato per l’accesso in contemporanea da sei utenti, ognuno con le proprie playlist e librerie personalizzate.

Introdotta anche una nuova funzionalità chiamata Modalità offline automatica (secondo screenshot), la cui natura non è del tutto chiara: sembra comunque far riferimento al caching dei brani nella memoria interna durante l’ascolto in streaming, in modo da assicurare un’esperienza del tutto priva di interruzioni dovute al buffering. Infine, il codice svela il supporto alla riproduzione attraverso gli altoparlanti integrati negli smartwatch basati su Android Wear.

Screenshot per le impostazioni dell'app Google Play Musica dopo l'aggiornamento alla versione 6.1

Screenshot per le impostazioni dell’app Google Play Musica dopo l’aggiornamento alla versione 6.1

Il download automatico dell’aggiornamento si attiverà entro qualche giorno sui dispositivi di tutti gli utenti. Chi non desidera aspettare può comunque fin da ora scaricare e installare il file APK dell’update in modalità manuale (e in modo del tutto sicuro). L’introduzione delle novità appena elencate avviene in concomitanza con il lancio di YouTube Music, nuovo servizio di streaming svelato oggi e offerto dal gruppo di Mountain View, fortemente incentrato sull’esperienza video, al momento accessibile però solo negli Stati Uniti.